Quando la chirurgia è davvero poco “estetica”

Ultima modifica 3 Maggio 2018

 

“Ti va di scrivere un articolo su le ultime due notizie che hai condiviso su facebook?” – mi ha chiesto la Micaela questa mattina.
E io ci ho pensato un attimo su ed ho accettato.
L’intento era quello di buttar giù qualcosa di divertente e, diciamocelo, anche trash.
Per sorridere ma anche, perché’ no, per lanciare una piccola riflessione.
Diciamo anche che sul lato trash non mi sono dovuta sforzare più di tanto.
Perché’ le notizie che sto per raccontarvi potrebbero vincere la palma d’oro per la miglior stranezza a pari merito.

Ma andiamo con ordine e partiamo dal primo articolo:

Jasmine Tridevil (e mai cognome fu più appropriato) ha un sogno, uno a caso. Bravi proprio quello li. Diventare ricca e famosa e condurre un programma in tv.
Solo che, a detta sua, gli uomini la trovano troppo attraente (umiltà portami via). E allora lei cos’è che fa? Semplice. Si fa costruire un terzo seno, proprio lì in mezzo ai due naturali. Con tanto di capezzolo tatuato.


Che è una roba che, senza scomodare Douglas Adams e la guida galattica per autostoppisti, a me fa tanto venire in mente la pupa con tre seni che campeggia in ogni dove a Frascati, Castelli Romani…
L’operazione, costata 20 mila dollari, ha richiesto parecchio tempo.
Non tanto per il seno da ricostruire quanto per la selezione del dottore disposto a venir meno a qualsiasi etica professionale e a compiere un simile scempio.
Si, perché, mettetela come vi pare, ma cosa può esserci di estetico e normale in una persona che sceglie di vivere con tre seni?
Certo, questo è un caso isolato, direte voi.
Ma le stranezze estetiche, ultimamente, sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio.
Un’altra modifica assai richiesta è quella rivolta al sedere.
Che diventa grande, sempre più grande.
Ma roba che i posteriori di JLo e Beyonce in confronto sono minuscoli.
Una paladina del genere è la tanto sobria Nicky Minaj, che vanta un signor sedere (e non perché ha tanta fortuna…), che non esita ad esibire con orgoglio (magari con quello che l’ha pagato fa anche bene).

Specialmente nell’ultimo video, ai limiti del porno, “Anaconda” (il titolo è davvero tutto un programma).
E qui arriviamo alla seconda notizia:

Tatiana Williams ha deciso che voleva essere la donna col sedere più grande del mondo.
Detto, fatto.


Per la modica cifra di 60mila sterline (fatemelo dire di nuovo sessantamila sterline… l’anticipo per comprarsi una casa), la sora Williams oggi se ne va in giro con un catamarano attraccato alle parti basse.
Che io vorrei sapere, ma per sedersi come fa?
Metti che deve prendere l’aereo, compra due posti?
Guida solo macchine decapottabili?
A guardare la foto fa impressione.

Chirurgia plastica esagerata!

E la domanda che continuo a ripetermi è sempre quella.
Quali meccanismi si innescano nella testa di una persona per arrivare a volersi trasformare in modo così estremo e innaturale?
E poi arriva la rabbia e il disgusto per certi presunti medici che, in nome dei soldi sarebbero pronti a vendersi pure la madre.
Figuriamoci a creare nuovi fenomeni da baraccone.
Perché’ alla fine è questa la prima parola che mi viene in mente.
Freaks.
Solo che questi non sono scherzi della natura ma “oggetti” creati a regola e con uno scopo specifico.
Far parlare di se.

Lo so.
Questo articolo sta diventando troppo serio per un’esperta di gossip.
Ma forse, in questo caso, c’è proprio poco da ridere e molto da riflettere.

Quei famosi 15 minuti di celebrità sono davvero così importanti e irrinunciabili da ridurre una persona ad un’attrazione da Guinness dei Primati?

Voi cosa ne pensate?

Silvia Schettini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

GLI ULTIMI ARTICOLI

More article