Come creare la neve da… un pannolino!

Ultima modifica 26 Febbraio 2021

La Primavera sta arrivando, finalmente! Ma noi abbiamo ancora tanta voglia di Inverno e, soprattutto, di neve.

Di certo, una nevicata improvvisa che intrattenga i nostri piccoli dopo scuola è altamente improbabile. E allora come poter far trascorrere loro un pomeriggio un pochino diverso?

Per esempio, ricreando della neve in casa!

Quello che vi occorrerà sarà solamente un pannolino e dell’acqua fresca.

Avete capito bene!

Recentemente il cucciolo di casa ha detto basta al pannolino, orgoglioso indossa le sue mutandine e avverte mamma e papà ogni volta che scappa pipì o popò! Anche di notte (evviva!).

Sul fasciatoio sono rimasti alcuni dei suoi pannolini inutilizzati e, guardandoli tristi e solo, mi è venuta l’idea di dargli nuova vita!

All’interno di un pannolino, non importa che marca o modello utilizzate, troverete una polverina magica bianca e atossica. Il poliacrilato di sodio è quel materiale che assorbe anche le pipì più copiose, trattenendo i liquidi e non rilasciandoli sui vestitini.

Ma veniamo alla parte divertente.

Prendete un pannolino e chiedete ai vostri bambini di distruggerlo. Cercate di separare il cotone idrofilo che esso contiene dal poliacrilato. Mettete la polvere in un recipiente largo o in un vassoio. Io ho utilizzato un piatto di plastica, ma sapevo benissimo che non avrebbe contenuto la gioia dei miei curiosi bambini. Ho quindi svolto l’attività su di un tavolino facilmente pulibile.

Ora prendete dell’acqua e lasciate che i vostri bambini la versino sulla polvere bianca. Sarete sorpresi da quanta acqua avrete bisogno!

Ed ecco che la vostra neve prenderà lentamente forma: bianca, umida e fresca! Avrete così trasformato un povero pannolino non più utile in una pasta modellabile davvero inusuale.

Dopo averne esplorato la consistenza e familiarizzato con la malleabilità, potrete utilizzare formine o pentole giocattolo per continuare a divertirvi.

Se avete a disposizione colorante alimentare, potete aggiungerne qualche goccia all’acqua prima di mescolarla con il poliacrilato. La vostra neve assumerà delle colorazioni molto divertenti. Potete anche aggiungere porporina o perline colorate, insomma qualsiasi cosa renda la pasta modellabile ancora più preziosa.

Il poliacrilato di sodio non è una sostanza nociva né tossica, non provoca irritazioni ed è assolutamente sicura da maneggiare. Ma mi raccomando, non va ingerito! Se quindi decidete di svolgere questa attività con bambini molto piccoli, state attenti ai loro tentativi di degustazione!

Qualche consiglio per la pulizia.

La neve che avete appena creato è abbastanza appiccicosa, quindi vi consiglio di utilizzare un panno asciutto per rimuoverla dalle superfici di gioco.

Può essere conservata a lungo in una busta sigillata o in un contenitore a chiusura ermetica.

Va gettata nella raccolta indifferenziata.

Buon divertimento!

E se decidete di portare un po’ d’Inverno in casa vostra, raccontateci la vostra esperienza qui nei commenti!

Rispondi