Con Esselunga sostieni la scuola di tuo figlio

0
173

Andare a fare la spesa da Esselunga per i milanesi è un must.
E se facendo la spesa si può sostenere la scuola dei nostri figli, ci si va ancora più volentieri.

Abbiamo parlato spesso di scuola e dei problemi che si hanno nel reperire materiali necessari alla didattica e strumentazioni informatiche. Di come ci siano le idee per sviluppare progetti nuovi, ma poi ci si ritrovi senza fondi per poterlo fare.

amicidiscuola_FB

Esselunga, per sostenere la comunità e le scuole dei nostri figli, ha organizzato l’iniziativa speciale ‘’Amici di Scuola’’. Grazie a questo progetto, facendo la spesa da Esselunga fino al 18 novembre, è possibile aiutare concretamente la scuola dei propri figli, contribuendo alla fornitura gratuita di materiale didattico e attrezzature informatiche.

Come fare?

Per prima cosa è importante controllare che la scuola dei propri figli sia iscritta al progetto. Basterà andare sulla pagina dedicata del sito www.amicidiscuola.com e verificarlo , nel caso non fosse presente è possibile segnalare l’iniziativa agli insegnanti o al dirigente scolastico, in modo che possano provvedere all’iscrizione.

Poi, facendo la spesa da Esselunga fino al 18 novembre, e presentando alle casse la Fìdaty Card, ogni 25 Euro di spesa e/o 50 punti fragola, potremo avere un buono “Amici di Scuola”.

A questo punto possiamo aiutare la scuola di nostro figlio, consegnando i buoni che abbiamo ricevuto.

Grazie ai buoni accumulati la scuola potrà ordinare ciò di cui ha bisogno scegliendo tra i premi del catalogo “Amici di Scuola”.

Semplice, no?

L’iniziativa di Esselunga non è l’unica a sostegno della scuola italiana, ce ne sono anche altre, tutte degne di nota. “Coop per la Scuola”, ad esempio, è molto simile all’iniziativa “Amici di Scuola” Esselunga, anche se di fatto cambiano i parametri.

Con l’iniziativa “Coop per la Scuola” infatti, per ottenere un notebook o una LIM, comparabili per caratteristiche tecniche a quelli disponibili nel catalogo “Amici di Scuola”, bisogna raggiungere un monte spesa più elevato.

Noi genitori siamo sempre molto attenti a queste cose, controlliamo tutto, ogni volta che andiamo a fare la spesa ci ritroviamo a verificare in quale supermercato il prodotto che dobbiamo acquistare costa meno, ecco perché anche in questo caso ci ritroviamo con la calcolatrice in mano.

Non per altro, ma semplicemente perché in alcuni casi, con lo stesso numero di buoni, i prodotti che la scuola può richiedere sono due invece che uno solo.

E trattandosi di un servizio da dare alla scuola di nostro figlio… facciamo molta attenzione.

Valentina Minetti

Mamma di due bellissimi bambini, amante della vita. Adoro leggere e passo la maggior parte del mio tempo a girovagare in rete, alla ricerca di qualche cosa di interessante.

Rispondi