Casa: piccoli cambiamenti per dare un tocco di novità

Ultima modifica 7 Gennaio 2020

Vi sono diversi modi per dare alla propria casa un tocco di novità con semplici cambiamenti.

Ridipingere le pareti della propria casa, ad esempio, potrebbe sembrare un dettaglio trascurabile eppure si tratta di qualcosa di molto più importante.
Con pochi particolari è possibile rivoluzionare completamente l’aspetto di un’abitazione ed influire persino sull’umore di chi vi abita.

Casa: piccoli cambiamenti per dare un tocco di novità

Casa

La scelta delle giuste nuance dello spazio abitativo diviene dunque fondamentale per il nostro benessere.

Secondo la psicologia dei colori gli ambienti più vissuti, come soggiorno e cucina, si adattano meglio ai colori forti ed energetici, come il rosso, l’arancione ed il giallo.
Le zone destinate al riposo e alla tranquillità, vale a dire bagno e stanze da letto, andrebbero pitturate con colori tenui e rilassanti, come l’azzurro ed il verde, meglio se in tonalità pastello.

Per i luoghi di passaggio come corridoio ed entrata invece, essendo in genere poco luminosi, sarebbero più adatti i colori chiari come il bianco o il beige.

La pittura delle pareti può variare nei costi in base a differenti fattori.

Per non incorrere in brutte sorprese, il Web viene in nostro aiuto grazie a piattaforme come Fazland.com, dove è possibile mettere a confronto i preventivi di vari pittori ed entrare in contatto con i migliori professionisti nella zona.

Un altro modo creativo per rinnovare la propria casa è arredarla con oggetti non convenzionali, meglio ancora se ottenuti con dei materiali di riciclo: daranno un’allure vintage agli ambienti.

Uno di questi, molto in voga ultimamente, è senza dubbio il pallet.

Ecologico, economico e dalle dimensioni e forme capaci di adattarsi a qualunque angolo della casa. Sono diverse le soluzioni d’arredo che si possono ottenere con i pallet.
Tavolini da té in perfetto stile industrial, con vani per riviste e libri, comodi divanetti bassi con sopra dei cuscini per creare un’atmosfera shabby chic o etnica, a seconda delle preferenze personali.

Incredibilmente d’effetto la pittura effetto “lavagna”.
Questo elemento d’arredo è applicabile alla camera dei più piccoli, alla cucina, al soggiorno, all’ingresso e persino a porte e mobili. In questo modo si possono avere sempre sott’occhio appunti, dediche e scarabocchi.
Se si desidera invece un tocco naturale si può decorare la casa utilizzando dei rami.
Lineari o contorti, in un vaso o intrecciati ad una cornice, possono fare davvero la differenza in quanto a design.

Altra componente determinante per l’arredo di una casa è l’illuminazione: ogni ambiente deve avere la sua.

Così, stanze come sala da pranzo e cucina dovranno risultare ben illuminate, sia per le attività che si svolgono, come cucinare, sia per vivere la convivialità al meglio.

L’ideale sarebbe disporre di più punti luce: sul tavolo, sui piani di lavoro e sui fornelli.
Per gli ambienti ristretti invece può bastare un unico lampadario, mentre per l’area studio punti luce strategici come led e lampade da tavolo.

È importante considerare anche la luce naturale.

Le stanze esposte a sud godono normalmente della luce del sole durante tutto il giorno, pertanto in quest’area sarebbe meglio collocare soggiorno e cucina.

Rispondi