Come diventare Dee

13
466

Ultima modifica 10 Novembre 2015

NEWS_1294414238_benessereIl segreto per essere la Dea per il nostro partner è credere sinceramente di incarnarne una.
Più noi saremo convinte di questo, più amore e accettazione ci dimostriamo, più gli altri, a loro volta, ci ameranno. Magari non proprio tutti… per alcuni saremo simpatiche, per altri neutre o perché no, persino antipatiche ma quando ci amiamo e sentiamo Dee anche un eventuale giudizio, pregiudizio inconscio o narrato non  toccherà il nostro cuore e cammineremo per la nostra vita a testa alta con sorriso e pace.

Come iniziare ad aumentare la nostra autostima? Volendosi bene come farebbe una mamma con il proprio bambino.
Un gioco semplice che può aiutarci in questo è guardare e toccare le varie parti del nostro corpo.
Inizieremo dalle dita di un piede e poi l’altro, proseguiremo con la caviglia, la , la coscia e su sino alla punta dei capelli. Potremo massaggiarci e coccolarci, usando un olio da massaggio e mentre ci accarezzeremo con amore e lentamente, sussurreremo a voce anche minima: “Ti amo mio piede destro” per esempio.

Per alcune donne potrebbe essere la coscia cicciottella: “ Ti voglio tanto bene e ti ringrazio che mi permetti di camminare tutti i giorni”, oppure;  “ Mano, anche se dolorante, ti accetto e ti do amore” ..e così via.
Con amore, pazienza , lentezza e consapevolezza dedicando questi pochi minuti a noi stesse.
Il tempo scorre via, frenesia di tutti i dì, ma questo ritaglio per noi stesse è importante, CE LO MERITIAMO.
Lo possiamo trovare dopo una doccia, oppure dopo un bagno caldo oppure quando siamo sole la sera, prima di coricarci.  Questo gioco andrebbe fatto qualche volta a settimana ,dandosi proprio una sorta di appuntamento con noi stesse, inderogabile, perché  è uno spazio importante da dedicare al nostro corpo.
A mano a mano che si prenderà dimestichezza con il “regalarsi amore materno” e contatto con il nostro corpo fisico, potremo effettuarlo anche al nostro partner che sicuramente apprezzerà il ricevere cura e amore. Le frasi in questo caso possono anche essere soltanto pensieri .
Se vogliamo, potremo creare un ambiente caldo, intimo con musica soffusa, candeline accese o un incenso per essere avvolti in un atmosfera calda e accogliente come il grembo materno .

Impariamo ad amarci di più. Dobbiamo risvegliare la Dea che è dentro di noi per poter vivere straordinariamente la nostra vita come madre/amante, donna di successo/casalinga.
Noi donne abbiamo il potere di essere in grado di realizzare pienamente la nostra individualità seguendo modelli archetipici delle divinità dell’antica mitologia Greco-Romana.
Quindi ricordiamoci che VOLERE è POTERE..

Milly

13 COMMENTS

  1. Grazie MILLY ricordarci di noi è un esercizio da fare di tutti i giorni per imparare ad amare e prendrci cura di noi stesse.
    l’autunno è la stagione che ci insegna con consapevolezza che i tempi si rallentano i modi sono più attenti ..verso il nostro mondo interno ed esterno

    • Concordo con te Patrizia. Gia’ il ricordarsi di avere un appuntamento con noi stesse e con il nostro respiro mentre ci dedichiamo cura e’ un modo attento di focalizzare i nostri intenti.
      Ora e’ autunno e come la natura si sta come rilassando per riposare sotto la neve e poi fiorire anche noi donne potremo cosi’ meglio comprendere che la determinazione ci dara’ dei straordinari frutti .. grazie Patrizia
      Milly

    • Concordo Patrizia, il ricordarsi di avere un appuntamento con noi stesse e’ importante quanto il respirare. Imparando a dare cura a noi stesse avremo maggiore intimita’ e consapevolezza di essere delle Dee e cio’ andra’ a riflettere anche la nostra quotidianita’ .
      Con maggiore focus avremo maggiore comprensione che come l’autunno anche noi rallentando i nostri ritmi entriamo nella magia del freddo inverno sino a germogliare con profumi intensi e colori scintillanti. La determinazione di diventare Dee ci dara’ dei frutti straordinari dolce come nettare e potremo ringrazie solo noi stesse.. grazie Patrizia
      MILLY

  2. bellissimo e’ vero dobbiamo imparare a volerci moltissimo bene perché amando noi stessi poi saremo capaci di amare anche gli altri namaste’

    • Infatti Luisella, il mondo esterno non e’ altro che uno specchio del nostro interiore. Se siamo Dee anche la’ fuori ci sara’ un sacro divino che ci accogliera’ con positivita’ e ottimismo. Abbracciamoci prima noi stesse quindi con tanto amore. Grazie Lusella.

  3. …….. Dimenticavo son Consulente di benessere per Rosso Limone su Lucca e ho piacere di rispondere a tutte le vostre domande o curiosita’ – contattatemi – MILLY

  4. Grazie Olivia, è così vero e sembra così semplice ….in realtà è la cosa più difficile di tutte. smuoverei una montagna per chi amo…. e per me invece faccio fatica a spazzare lo sporco dal pianerottolo. 😀 ma è un tutto un’insegnamento, no? 😉

    • Concordo con te, LadyBacca: le vecchie abitudini son radicate in noi e son difficili o addirittura invisibili talvolta da strappare. Quando diventiamo consapevoli accompagnate dal nostro respiro divino strapperemo l’erbaccie e seminando propositi di luce potremo risvegliarci e vivere da Dee. Cominciare a essere soltanto solleticate da tutto cio’ e’ un buon inizio. Rinbocchiamoci le maniche allora 🙂 grazie LadyBacca..
      Milly

  5. Una pratica assolutamente da fare!
    Grazie a questo “appuntamento” potremmo approfondire il rapporto che si ha con noi stesse, scoprire tante cose di noi che prima non sapevamo e magari fare pace con i nostri lati che ci piacciono meno

    • Cara Silvia parole vere infatti solo essendo consapevoli dei nostri lati piu’ “oscuri” potremo fare LUCE e cambiare. Questo testimonia l’importanza di fare esperienza. in quanto la mente MENTE, mentre il nostro CORPO non mente. Quindi sperimentando cose nuove anche a livello sensuale-sessuale potremo chissa’, magari sorprenderci di aprire nuovi orizzonti oltrepassando le credenze radicate in noi. Ringrazio sempre il progetto Rossolimone per quanto sia importante per tutte noi donne, per poter conoscere, ampliare la nostra visuale…un po’ come se per lungo tempo guardiamo da un finestrino appannato, poi quando abbiamo la consapevolezza di pulirlo, woow vediamo – sentiamo con tutti i 5 sensi, quanto sia bella la vita. Concordo con te, si’ Silvia grazie.

  6. La speranza ci apre a nuove prospettive. Diamo energia a questo intento e la speranza ci aprira’ a questo nuovo spazio. Ovviamente in primis dobbiamo esserne consapevoli, aperte a questi nuovi spazi di sensibilita’, cosi’ iniziando dal proprio tempo, il nostro corpo, potremo respirare anche dentro di noi questo nuovo spazio sacro. Noi siamo il divino. Vivendo nel qui ed ora tu . io . noi SIAMO il divino. Ti ringrazio Maria

Rispondi