Dora e la città perduta [visto su Rakuten TV con Altea]

Ultima modifica 21 Aprile 2020

Avevo promesso ad Altea che avrebbe scelto lei un film in catalogo su Rakuten TV, e lei ha deciso per Dora e la città perduta.

Conoscevamo già la protagonista per via del cartone Dora and friends, dove parlano un pò in inglese e un pò in italiano, mentre si imbattono in straordinarie avventure. Inoltre, ha anche un libro di colorare di Dora, con tantissimi steakers, che tenta sempre di appiccicare per casa.

Come dicevamo, Dora e la città perduta, è un live-action del 2019 diretto da James Bobin, basato sulla serie animata prodotta da Nickelodeon “Dora l’espolatrice.
La protagonista ha passato insieme ai suoi genitori e alla scimmietta Boots tutta la sua fanciullezza nella giungla.
Quando compie 16 anni, i genitori decidono che è giunta l’ora di mandarla in città, a Los Angeles, a studiare. I suoi genitori esploratori partono alla ricerca di Parapata, una città Inca perduta. Dora inizia così la sua prima avventura che non ha niente a che vedere con quelle affrontate fin d’ora: il liceo!

Il regista affronta il difficile tema dell’adolescenza, soprattutto se frequenti un liceo americano.

La protagonista ha una personalità eccentrica che la rende speciale, solo che i compagni, essendo diversa da loro, iniziano a prenderla in giro.
Neanche suo cugino vuole starle accanto. Fortunatamente, Dora non dovrà passare molti giorni in quella scuola perchè dopo poco, si recano in gita in museo di storia. Devono formare delle squadre e rimangono solo i quattro disadattati della scuola: Dora, il cugino Diego,  Sammy la prima della classe e Randy, l’emarginato bullizzato.
I quattro finiscono in un ala chiusa del museo dove vengono rapiti da un gruppo di cacciatori di tesori, sulle tracce di Parapata. Si ritrovano in Perù, dentro una cassa, quando Alejandro, un amico dei genitori di Dora li salva. Il gruppo inizia l’avventura nella giungla!

Devono attraversare numerosi ostacoli, sabbie mobili, puzzle di rovine inca e attacchi delle guardie fantasma di Parapata ma riescono a trovare i genitori di Dora, grazie anche all’aiuto di Boots.
Purtroppo non sono i soli, dato che il gruppo dei cattivi li trova e li fa prigionieri.
Per liberarsi i nostri amici dovranno portarli a Parapata, Dora però non è di questa idea ed escogita un piano per mettersi in salvo e salvare la città perduta Inca dalla distruzione!

Dora risponde correttamente all’ultimo indovinello e la regina della città, li lascia tornare a casa. Tutti festeggiano nella casa di Dora nella giungla e i suoi genitori decidono di portarla con loro nel prossimo viaggio.

La ragazza però sorprende tutti, dicendo che vuole tornare a scuola con i suoi nuovi amici.

L’ultima scena è quella di Dora che balla da sola, ad una festa della scuola al centro della pista e tutti ridono, ma ora non è più sola arrivano i suoi amici.
A poco a poco il loro spirito ballerino, colpisce tutta la scuola e li unisce in un grande ballo.

Sicuramente se lo si vede con gli occhi di un adolescente questo film è grottesco e irreale, ma con gli occhi dei bambini sa di avventura.

Quello che mi dispiace è che perde un pò quel carattere istruttivo che aveva la serie che si intravede soltanto nei primi minuti del film. Dora che dice delle parole difficili e dice: voi riuscite a ripeterle? Rivolgendosi così al pubblico a casa.
Oppure quando spiega le caratteristiche di alcuni animali della giungla che incontra.

A parte questo ad Altea è piaciuto, si è innamorata della scimmietta che era divertente e carina. Le è piaciuta anche la volpe, pur essendo un personaggio dei cattivi era buffa. Inoltre, ha apprezzato tutta l’ambientazione della foresta ed avendo 4 anni ed essendo molto curiosa è partita a raffica con le domande: cosa sono le sabbie mobili, perchè quella rana ha quel veleno, chi sono gli Inca?

#Speventometro0

Penso che questo film sia adatto ai bambini dai 4 anni ai 10 non di più, perchè come dicevo prima, Dora è iperentusiasta anche quando la prendono in giro e soprattutto intona canzoni su tutto, anche sulla popò.
A parte questo le ambientazioni sono belle e la storia si fa seguire con discorsi semplici e alcune scene divertenti.

Dati tecnici:
Dora e la città perduta
di James Bobin
2019, 20th Century Fox Italia.
durata 102 minuti
Avventura per famiglie

 

 

 

 

Rispondi