Dove pranzo con il piccolo…ciclone?

1
382

Ultima modifica 28 Dicembre 2015

I bambini, lo sappiamo, hanno esigenze specifiche durante il pranzo, così sintetizzabili:

Cosa è il pranzo? Io bambino mangio quando ho fame, il mio orario di apertura è dalle sei alle ventidue;

Voglio la merendina, il biscotto, il panino, la crocchetta … un concentrato poco virtuoso di grassi, zuccheri, frutti, cibi conservati e colorati, super-carboidrati, etc.;
Rapidità, velocità e … quando io bambino finisco di mangiare, deve finire all’istante anche il papà;
Se non mi blocchi con una cintura, un lucchetto o un paio di manette … stai fresco che sto seduto a tavola;

Per convincere la creatura a rimanere al desco dovresti, caro papà o mamma, consentirgli di fare nel contempo altri 3 miliardi di cose (disegnare, colorare, giocare con la macchinina, giocare sul telefonino, buttarsi per terra, perlustrare ogni centimetro del locale in cerca di cose da mettere in bocca che non andrebbero messe in bocca, etc.).

Detto questo … non ci dobbiamo arrendere!

Esistono luoghi di ristoro, anche a Parma, che riescono a far passare un’esperienza dignitosa ai poveri genitori nell’occhio dei loro piccoli cicloni.

Vi propongo una Top Ten dei locali, dal primo al decimo posto. Siete d’accordo?

1) IKEA. Il migliore. Ancora (purtroppo) non superato e nemmeno eguagliato da alcuna italica pizzeria, ristorante, tavola calda o fredda (O MI SBAGLIO? SE VUOI PUOI CONTRADDIRMI!). Seggioloni. Giochi. Spazi gioco. Menu per i bambini. Un grande baby parking gratuito. Attenzione costante ai piccoli (è una efficace politica commerciale, mica filantropia!), figli di potenziali (sicuri) clienti.

2) T-BONES (Barilla Center). Menu bimbi serviti dentro macchinine di carta, possibilità di scegliere piatti sani, disponibilità di fogli e pennarelli.

3) THE REAL McCOY (Barilla Center). Personale gentile e comprensivo, disponibilità di fogli, fogli-gioco e pennarelli per i bimbi, menu per i bimbi.

4) McDONALD’S (a fianco dell’Euro Torri). Forse non è il massimo della nutrizione (neanche dell’empatia verso gli infanti), ma è un ambiente per loro divertente, con gadget e giochini in regalo, spazio per feste e compleanni.

5) Ristorante MAGNOSFERA (dietro via Mazzini). Non pratica particolari accorgimenti per i bambini, ma il cibo è buono e vario – anche tipico! -, ci si serve come in una mensa (i prezzi sono più alti di una normale mensa, ma ne vale la pena) ed è possibile far mangiare “sano” i propri bimbi.

6) CORALE VERDI (vicolo Asdente, entrata anche dal Giardino Ducale). L’unico accorgimento, non di poco conto, per i bambini è dato dai giochi all’aria aperta (utilizzabili solo nella bella stagione). Per il resto, a mio avviso l’atmosfera del luogo è suggestiva anche per i bimbi: vi si respira la parmigianità di Verdi, dei circoli e dei club di appassionati melomani. E si mangia bene.

7) RAMON (Centro commerciale Eurosia). La tavola calda-pizzeria, ottima per la pausa-pranzo (piatti buoni ed abbastanza economici), è collocato in uno spazio piuttosto sicuro per i bimbi, dentro il centro commerciale (le porte automatiche verso l’uscita non sono, tuttavia, distanti: occorre quindi la consueta opera di sorveglianza da parte dei genitori). I bambini non devono stare in uno spazio angusto e, quando non si riesce più a trattenerli, possono scorrazzare (con l’accompagnamento del più sfigato dei due genitori) nel centro commerciale. Personale giovane e gentile nei confronti dei bambini.

8) Mensa CAMST presso il centro commerciale Euro Torri. Come per MAGNOSFERA, non si tratta di una tradizionale mensa. La qualità dei piatti è buona (ed il prezzo ne risente, ma non è insostenibile), la varietà dei cibi notevole. Dotata di seggioloni comodi.

9) Pizzeria IL FORNELLO. La segnalo perché dispone di un cortile che occupa un ampio spazio attorno alla villa d’epoca sede dell’esercizio. Sono presenti alcuni giochi per i bimbi e, comunque, quando questi si stancano è possibile farli uscire – sempre sotto la massima sorveglianza di mamma e/o papà – senza trovarsi subito in strada (state, tuttavia, attenti al parcheggio del ristorante!).

10) Bar-ristorante PARCO DEL FUSO (Parco Monte Fuso, Neviano degli Arduini). Andiamo in trasferta a circa 50 minuti di auto da Parma, verso l’Appennino Parmense. Ottima destinazione per una gita giornaliera, la trattoria è ospitata in una casa molto semplice, tipica dell’Appennino. La cucina è tradizionale e gustosa. I prezzi sono economici. I bimbi hanno modo di scegliere cibi sani e di apprezzarli da una pregevole posizione, con ampie vetrate a separarli dalle bellezze del parco naturale. Immancabile, dopo pranzo, la visita agli animali protetti dell’oasi.

 

Alberto Cardino
Papà di Valerio e Filippo

1 COMMENT

  1. Io con la mia piccola peste da quando è piccola sono sempre andata alle feste popolari e ai Verdi Ricordi. Hanno un piccolo spazio verde, per l’estate, e i seggioloni per i bambini, e i tavoli non sono troppo attaccati. Di solito esco con il megaborsonefornitoditutto dove metto un paio di giochini, pernnarelli e pastelli, stickers e un blocco per disegnare. Sono fortunata ad avere una bimba tranquilla, che con poche cose mi lascia in pace. Altrimenti una qualsiasi trattoria, anche in centro. Anch’io prediligo i locali per i bimbi, ma non bisogna lasciarsi scoraggiare da nulla!!!Tutt’ora mi concedo l’aperitivo con le amiche una volta alla settimana accompagnata dalla mia nanetta, che adora anche lei farlo!!!!

Rispondi