Due ragazze, due madri

Ultima modifica 20 Aprile 2015

baby-prostituta-2Hanno scoperto un appartamento nel quartiere romano “in” dei Parioli nel quale vendevano il loro corpo 2 adolescenti di 14 e 15 anni.
Reclutate da chi e come? Sventolando davanti ai loro occhi fasci di banconote e abbagliandole con prospettive di ottimi guadagni?

E se per ottenerli era necessario giacere con uomini di qualsiasi età, ivi compresi vecchi bavosi e ributtanti, che importava?
Il fine, per loro, giustificava i mezzi; fare del loro corpo la fonte di guadagno utile per soddisfare i loro capricci, per loro era cosa ovvia.

Ma no, nessuno le ha inizialmente reclutate, sono loro che alla ricerca di denaro non si sono accontentate dei pochi spiccioli che potevano recuperare con i lavoretti tipici della loro età nè con le finanze familiari e allora …allora si sono costruite un sito internet, hanno postato foto osè, allettando possibili clienti.

Da sole!!!!!

E hanno iniziato a guadagnare e allora, solo allora, hanno ottenuto l’attenzione di sfruttatori che, facendo loro baluginare prospettive di migliori guadagni, le hanno aiutate a sviluppare il loro piccolo commercio.
E hanno continuato giorno dopo giorno, guadagnando denaro e soddisfacendo così le loro necessità, sino a che una delle mamme, più che insospettita, ha voluto vederci chiaro e le ha denunciate.
L’ altra mamma no, anzi, accettava con piacere denaro dalla figlia senza porsi domande, o così era apparso in un primo tempo e alla domande degli inquirenti rispondeva che pensavo spacciasse!

baby-squillo-a-romaMa non era così.
Lei sapeva, lei era al corrente di quale fosse la fonte da cui proveniva il denaro!
Da intercettazioni si evince chiaramente che non solo incoraggiava la figlia a persistere, ma lo esigeva, la pungolava le chiedeva continuamente denaro!
Il suo unico interesse erano i soldi, una donna disgustosa, una madre indegna e due ragazze…..non trovo le parole per stigmatizzarle.

Purtroppo non è solo che  la punta di un iceberg.
Altri casi sono stati scoperti a Milano e casi di  comportamenti, diciamo disinvolti, da parte di ragazzine spinti poi all’estremo per ottenere l’ argent de poche per soddisfare gli sfizi quotidiani, sono saliti di volta in volta alla ribalta.
Usare il proprio corpo per futili motivi, prostituirsi per appagare le proprie voglie sembra non pesare sull’animo di queste ragazze.

Se hanno un’ anima, certo non hanno dignità nè consapevolezza del proprio io.

Nonna Lì

Nonna Lì

Rispondi