A Disneyland Parigi è arrivata la primavera

0
877

E’ sbocciata da poco, ma la felicità dei colori che la primavera mette qua e là su ogni cosa, riempie da subito i cuori di tutti.

Disneyland Paris oggi appare come un quadro di colori tale da far rallegrare davvero l’animo di chi avrà l’opportunità di visitare fino al 31 maggio questa incantata, fiabesca location.

E’ arrivata la primavera anche a Disneyland Parigi

Disneyland Parigi

Spettacoli musicali nuovi, scenografie multicolori, i personaggi Disney già belli e allegri, se possibile sono ancora più gioiosi.

E’ Primavera ovunque!

In ogni luogo, anche nell’aria che si respira. La scelta del fiore simbolo di questa meravigliosa festa è ricaduto su un fiore semplicissimo, presente in ogni prato e che immediatamente richiama l’amore e la fedeltà. La Margherita.

Quest’atmosfera floreale è presente ovunque, a partire dalla stazione di Main Street che da il benvenuto agli ospiti.

Persino i residenti sono parte spontanea della scenografia.

Hanno decorato le loro case riempendole di coloratissime bandierine, come i lampioni che inghirlandati di petali bianchi indicano il percorso da seguire, ritmando il cammino con la musica dal vivo della Jolly Holiday Band.

Poi appaiono Il Castello della Bella Addormentata, i cuccioli della Carica dei 101, gli Aristogatti e i dolcissimi personaggi appartenenti ai sogni di tutti, in un giardino incantato che presto ti appare davanti, in uno scenario fiabesco e paradossalmente di dimensioni reali.

Disneyland Parigi

Tanti nuovi eventi che sbocciano, qui a Disneyland, come fossero margherite: il “Goofy’s Garden Party”, con la presenza di Pippo e di un mondo incantato per celebrare la bellezza della natura.

Più volte il giorno, appariranno Topolino, Minni, Cip e Ciop, macchine colorate e magia.
Poi “il Trenino della Primavera Disney di Minni” e poi ancora “ Welcome to Spring”, tra ballerini, aquiloni e farfalle. Per la prima volta i fan di Bambi avranno la possibilità di incontrare Tamburino e Miss Bunny, la fidanzata.

Ma non basta, giovani esploratori crescono.

Si può giocare e ne vale la pena proprio, a diventare esploratori di un giardino gigantesco e meraviglioso nel pieno rispetto e godimento della natura.

I numeri al solito grandiosi di questo evento non voglio neppure citarli, potete immaginarlo.

Vi lascio sperando che possiate non solo sognare e confrontarvi con la fantasia, ma che riusciate a vivere questi colori e volare a Parigi!

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

Rispondi