Giornata Mondiale della Sindrome di Down

Ultima modifica 21 Marzo 2018

Si festeggia quest’oggi, 21 marzo, la Giornata Mondiale della Sindrome di Down, altrimenti conosciuta come Trisomia 21. Dunque, per niente casuale la scelta della data.

sindrome

L’evento è organizzato, come ogni anno, da CoorDown, Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down, promotrice anche della Campagna Internazionale “Dear Future Mom“, sul diritto alla felicità e alla salute di tutte le persone affette dalla Trisomia 21, di cui è online il video, che ha già superato le 800mila visualizzazioni su YouTube.

Una toccante lettera scritta e recitata da 15 ragazze e ragazzi Down a una mamma, che ha scoperto di aspettare un figlio con la sdD, e a cui spiegano che anche suo figlio potrà vivere una vita felice, come la loro.

Sono loro stessi a mostrare come anche loro potranno essere felici quando andranno a scuola, quando viaggeranno, quando potranno andare a cena fuori o allo stadio. Ci saranno momenti difficili, certo. Ma è anche vero che ogni mamma affronta le difficoltà del proprio figlio, perché la felicità di un genitore passa sempre per la serenità del proprio figlio.
Quindi, una mamma di un bambino con sdD, sarà felice ogni volta che potrà vedere il proprio piccolo andare a scuola, trovare il suo primo lavoro e, magari, anche il suo primo amore. Proprio come qualsiasi altro genitore.

giornata_sindrome_DownLa maestria nella realizzazione della regia del film è stata resa possibile grazie a Luca Lucini, che, attraverso una lodevole sensibilità, è riuscito a cogliere sia le aspirazioni, sia le eccellenti potenzialità degli attori. Ottenere la felicità non è un tiro al bersaglio, ma un vero e proprio diritto che ognuno di noi possiede, ma che può esprimere in maniera differente.

Per questo motivo, il tema centrale della Giornata Mondiale, in coincidenza con l’arrivo della primavera e, quindi, della “rinascita”, è il benessere, termine che racchiude in sè anche il concetto d’integrazione nella società, come qualsiasi altra persona.
Obiettivo principale è poter diffondere una conoscenza più approfondita circa le persone affette dalla sindrome, ma soprattutto una nuova cultura basata sulla diversità.

La Giornata Mondiale ha già potuto contare sul sostegno della Lega Serie A, durante lo scorso weekend del 15 e 16 marzo. Grazie alla collaborazione con Fisdir – Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale – la campagna potrà essere promossa all’interno degli stadi con il consueto striscione e con il film in versione 30’’, visibile sui maxischermi.

Per maggiori informazioni:  www.coordown.it

Rispondi