Gugù a testa in giù: una storia dall’Africa

Ultima modifica 14 Giugno 2017

Gugù a testa in giù - Giunti+ di Isabella Paglia copertina

Guia Anselma De Gilbertis è una bimba italiana che vive in Africa insieme alla sua famiglia: il papà ricercatore e la mamma fotografa. Bianca come il latte, con i capelli rossi e le lentiggini, Gugù – questo è il suo simpatico nomignolo – adora rifugiarsi fra i rami di Bao (un antico baobab della savana) e giocare coi suoi due migliori amici, Cocoa la scimmietta e Kami il camaleonte. E’ stato proprio Kami a insegnarle a restare attaccata ai rami del grande albero a testa in giù, con la sola presa delle ginocchia. Grazie alla sensibilità dei genitori e alla formidabile esperienza che le deriva dal vivere in una fattoria nella savana africana, Gugù ha sviluppato un amore profondo per gli animali.

Spiega l’autrice, Isabella Paglia: “Gugù è nata dal ricordo di come io ero da bambina (a dire il vero lo sono ancora nell’anima), sempre pronta ad arrampicarsi su un albero con qualche animaletto al seguito, gatti, tartarughe, uccellini, bruchi e chi più ne ha più ne metta. Era bello nascondersi e guardare dall’alto cosa succedeva… Oggi purtroppo di bambini che possono arrampicarsi sugli alberi si contano sulle dita. Pochi bambini e pochi alberi, un segnale davvero preoccupante“.

Non a caso, Isabella mi racconta di aver sempre adorato Il Barone Rampante di Italo Calvino e La casa sull’albero di Bianca Pitzorno (libro al quale si è ispirata per il titolo del suo blog).

La storia di Gugù ha inizio alla vigilia del primo giorno di scuola: Gugù è molto intimorita, perché da quando si è trasferita in Africa non è riuscita a inserirsi fra i coetanei: chiara come la luna, si sente sempre scrutata dagli altri bambini africani e ciò la mette molto a disagio. Grazie all’amicizia di Rami, una sua compagna di scuola, riesce pian piano ad ambientarsi… sino a quando il suo amore per gli animali non la caccia nei guai, provocando l’ira della maestra!

Tuttavia, sarà proprio la sua conoscenza del mondo degli animali a farle vivere una grande avventura e a cambiare il suo futuro

Una simpatica storia per lettori in erba, dedicata al rispetto per gli animali e l’ambiente, ma anche all’importanza dell’amicizia. “Ho molto a cuore il rispetto per l’unicità dell’essere umano di qualsiasi razza, colore, religione, paese appartenga – spiega Isabella Paglia – l’amicizia è un sentimento importante, fondamentale nella vita di tutti specialmente se si è bambini. Un vero amico ti sta accanto, cammina con te condividendo il tuo percorso, fedelmente, se inciampi ti aiuta a risollevare e pur conoscendo  i tuoi limiti ti vuole bene, rispettandoti. Un po’ come fanno gli animali!“.

Gugù a testa in giù fa parte della collana alberini, libri in carta riciclata al 100%; nella bandella di ciascun volume si trova un alberino/segnalibro da collezionare!

Isabella Paglia, Gugù a testa in giù, Giunti Kids, 2014
Dai sei anni

Simona Calissano

Rispondi