Hotel Transylvania 2 la recensione del film

0
428

Soffri soffri in fin vedrai tu mai più respirerai…

Eppure… funziona ancora!
Dennis si addormenta.. ed il nonno è felice.

Un nonno ”diverso” particolare, forse più umano degli umani, che aveva trovato la sua dimensione dopo essersi reinventato albergatore nel suo Hotel Transylvania,  fino a poco tempo fa meta di mostri di ogni tipo, che nell’hotel trovavano un’oasi di pace lontano dal mondo degli umani.

Già.. fino a che per caso, è proprio un umano che si presenta alla sua porta e si innamora della figlia Mavis, nonostante Dracula cerchi in tutti in modi di allontanarli.

Hotel Transylvania 2

Capito che la cosa più importante per lui è la felicità della figlia, fa un passo indietro, li accoglie entrambi al castello, in modo che possano iniziare la loro vita insieme,  ma le cose si complicano quando arriva il rosso e riccio nipotino.

Tutto suo padre. Tutto?

Hotel Transylvania 2

Arrivato all’età di 5 anni, ancora non da alcun cenno di mostruosità, e il Conte Dracula inizia a preoccuparsi.. Soprattutto perché Mavis, da brava mamma, sarebbe disposta a qualsiasi cosa per il bene del figlio, anche a trasferirsi in California dai genitori di Jhonny.

Il castello oramai è frequentato da mostri e umani, Dracula cerca in tutti i modi di tenere unita la famiglia nella speranza che il nipotino abbia preso anche dalla madre.

Un film per tutti, grandi e piccini, divertente, ironico, completo nel quale amicizia, amore e famiglia sono sicuramente punti di forza di un film, che già come nel primo ci lascerà con un grande dubbio… chi sono i veri mostri?

Milanesedipendente, uno spiderfiglio a un marito che adoro. Sono una persona leale, cortese, pazza ma senza strafare, permalosissima e un po’ pignola. Avere a che fare con me non è semplice, ma se scatta la scintilla...

Rispondi