I pannelli radianti a pavimento

Ultima modifica 7 Gennaio 2020

 

I Romani sono stati un grande popolo e a loro dobbiamo molte invenzioni:
In particolare le Terme erano un luogo di ritrovo molto frequentato e qui, sotto la pavimentazione, realizzata con una certa sospensione dal suolo, circolava l’acqua e l’aria calda generata dalla combustione di legna,per riscaldare gli ambienti.

Oggi, questa tecnica si è naturalmente evoluta e sono nati i pannelli radianti a pavimento, che permettono di ottenere un riscaldamento ecocompatibile, pulito e con un maggiore risparmio energetico grazie all’omogenea e progressiva distribuzione del calore, secondo la normativa UNI EN 1264.
E’ costituito da un sistema di serpentine realizzate con tubazioni leggere per aumentare la coibentazione e il rendimento termico.

pannelli radianti a pavimento

Naturalmente questo sistema prevede dei lavori abbastanza invasivi, perchè bisogna rifare il pavimento: il massetto che ricopre le serpentine deve avere uno spessore minimo di 30 mm, deve contenere una rete metallica contro il ritiro e deve essere separato dalle pareti perimetrali di almeno 5 mm. Sarebbe anche opportuno che il solaio fosse bene isolato, dotato di un film impermeabile e un sistema di pannelli isolanti.

Il costo per l’installazione o la costruzione di un impianto di riscaldamento a pavimento si aggira intorno ai 9.000 euro, considerando le variazioni anche di 5.000 euro in base alla grandezza e tipologia dei locali.

Vediamo quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo tipo di impianto:

VANTAGGI:

  1. E’ ideale per chi deve costruire la propria casa ex novo, perchè non si deve modificare il massetto ed è possibile approfittare delle detrazioni del 36% per l’acquisto di un sistema di riscaldamento o fino al 56% per un sistema a elevato risparmio energetico.
  2. E’ un sistema silenzioso e non emette sostanze inquinanti o polveri nell’ambiente, a differenza dei sistemi tradizionali.
  3. Il pavimento non sarà mai bagnato o umido ed è possibile camminare scalzi, giocare e sedersi per terra, in quanto il pavimento manterrà una temperatura costante e sempre piacevole.
  4. Il sistema a pavimento radiante permette l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile a bassa temperatura di esercizio.

SVANTAGGI:

  1. Il costo di installazione di gran lunga più elevato rispetto a un sistema di riscaldamento tradizionale (circa il 60% in più);
  2. Il tempo di riscaldamento si allunga rispetto all’installazione di termosifoni, in quanto il calore proviene dal basso.
  3. Non possono essere utilizzati tappeti o coperture che impedirebbero al pavimento di sprigionare in modo uniforme il calore.

 

Rachele Masi

Rispondi