Ricordi dei primi momenti da mamma

0
475

Ultima modifica 16 Maggio 2016

Qualche giorno fa, in occasione della festa della mamma ho visto girare nel web questo video, dedicato a noi mamme ed alle gioie della maternità.

https://youtu.be/EVQrg4-A41g

E’ stata un’emozione forte. Mia figlia oramai è quasi maggiorenne, mancano pochi giorni e spegnerà 18 candeline. Oramai è una donna, e ogni giorno viviamo tutte quelle che sono le problematiche dell’adolescenza, i brufoli, i ragazzi, le prime volte, cosa fare da grande, sono ormai lontani i tempi di biberon e pannolini.

Vedere questo video è stato un tuffo veloce nel tempo, e una stretta al cuore, è come se fossi tornata indietro di 17 anni, quando lei gattonava per casa, senza sosta, da una stanza all’altra. Non stava mai ferma!! E io, dovevo correrle dietro.

Casa era grande, su due piani e con molti pericoli, a quel tempo vivevamo tutti da mamma, fuori città.
Io non la mollavo mai, quando eravamo fuori in giardino a volte la lasciavo andare qualche metro seguendola solo con lo sguardo, ma in casa per paura che potesse sbattere la testa, ero la sua ombra, anche se spesso facevo fatica a tenere gli occhi aperti.

cambio-pannolino

Mi sono venuti in mente tutti quei momenti in cui ho cercato di trasmetterle il mio amore per lei, anche semplicemente con uno sguardo, perché quando diventi mamma dentro di te scatta qualche cosa che non è possibile descrivere e che ti porta a vivere per tua figlia. Tutte le nostre prime volte insieme: il primo sorriso, la prima parola, il primo passo, il primo ruttino, la prima pappa finita tutta sul maglione nuovo regalatomi da papà a natale. Quanti ricordi, ognuno di loro meraviglioso a modo suo, ognuno di loro parte della mia vita da mamma.

Ho ricordato sorridendo il nostro primo cambio di pannolino… mamma mia!!! Non avevo la più pallida idea di cosa fare. Ma poi, ho preso il mio Pampers e mi sono buttata. Le prime volte per cambiarlo ci mettevo almeno 5 minuti. Dovevo controllare e ricontrollare, avevo paura di non averlo messo bene, che potesse darle fastidio e che potesse ” perdere qualche cosa per strada”. Mi sono bastati pochissimi giorni e poi cambiare il pannolino non aveva più misteri per me, pochi secondi e il gioco era fatto.

Certo, è fondamentale avere un prodotto ottimo, che ti renda facile tutto questo, e devo ammettere che dopo aver provato Pampers non lo abbiamo mai mollato.

E’ stato nostro compagno di avventure per tutto il periodo che ci ha portato alla mutandine. Sicuro, comodo, protegge la pelle del bambino, aiuta a prevenire le irritazioni e poi è imbattibile sul bagnato,  che per noi ha fatto veramente la differenza.

Ancora oggi ogni volta che vedo scatole di pannolini nei negozi o nei supermercati torno indietro nel tempo, e se sono con mia figlia l’istinto ci porta a guardarci e sorridere, come se fossimo una cosa sola.



Rispondi