Il cibo scaduto si puo’ ancora consumare

Ultima modifica 6 Novembre 2015

 

La data di scadenza ci terrorizza. Leggerla sulla confezione è più di un monito: ci convinciamo che quei cibi, da quel preciso momento, non sono più buoni e li buttiamo via. Ma, a voler fare più attenzione, la scritta recita: “Da consumarsi preferibilmente“. E quel “preferibilmente” fa la differenza.

datascadenza

Il pesce, ad esempio, può mantenersi buono anche quattro settimane dopo la data in cui è stato pescato e ci sono cibi che migliorano con il passare del tempo come i pomodori, che assumono un gusto più dolce. Ad assicurarlo è Rose Prince, cuoca e autrice di libri sul cibo, che ha riportato i suoi consigli sul Daily Mail.

Buttiamo sette milioni di tonnellate di cibo e di bevande all’anno (il 19% di quello che compriamo) – scrive Rose Prince – la maggior parte delle quali potrebbero essere mangiate senza problemi. Una campagna, intitolata “Love Food Hate Waste” (‘Ama il cibo, odia gli sprechi’), ha l’obiettivo di informare le famiglie su quello che realmente deve essere buttato, e quando. Fare attenzione a quello che viene gettato nel cestino potrebbe far risparmiare circa 70 euro al mese”.

Lo yogurt si può mangiare fino a 3 massimo 4 giorni dopo la data di scadenza indicata, ma le sue proprietà nutritive si riducono sensibilmente.

dataspesa2 Il prosciutto, sia crudo che cotto non abbiamo tanto margine, al massimo 2 giorni dopo l’apertura della confezione prima che diventi davvero cattivo.

La data di scadenza della pasta è in genere piazzata in un futuro remoto (si parla di anni), ma semmai dovesse capitarvi di trovarne un pacco scaduto sappiate che è buono fino a un mese dalla scadenza.

Come per la pasta è possibile consumare le bibite fino a qualche mese dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Insomma, se il cibo è scaduto controllate se può essere mangiato anche dopo la data prevista. Così riducono gli spreci……

Paola Lovera

Rispondi