Il funambolo

0
547

Ultima modifica 20 Giugno 2019

Il funambolo è caduto……

E cadendo si è fatto molto male, ma soprattutto ha fatto molti danni.

discutere con un adolescente

«Non voglio piu’ avere nulla a che fare con te!», «Non sai fare la madre!»

Queste sono le parole avvelenate che mi ha rivolto mio figlio…
Io…. aspetto che la tempesta passi che questa rabbia si spenga lentamente, che si riesca a farlo ragionare.
Ma nel frattempo prendo le contromisure…

Visto che non so fare la madre…non la faccio.

Visto che non vuole piu’ avere nulla a che fare con me divento invisibile e muta.

Il che tradotto significa: niente colazioni preparate, niente biancheria lavata, niente accompagnamenti vari, niente cene tardive riscaldate, niente sveglie mattutine, e soprattutto tanto, ma proprio tanto silenzio.

Per ora tiene, l’orgoglio è tanto, ma lo vedo un po’ preoccupato.

Non so fino a quando reggero’ io, (quanto mi costa tenere la bocca chiusa in certe situazioni !!) ma deve capire che non puo’ aprire la bocca e vomitarmi addosso tutta la sua rabbia senza minimamente preoccuparsi delle conseguenze..

Il tutto è nato dal fatto che secondo lui devo lasciarlo libero e non opprimerlo troppo con la scuola, perchè lui sa da solo cosa deve fare e quanto e come studiare….peccato che la storia abbia dimostrato tutt’altro !

Oggi gli ho fatto sapere che il viaggio d’ istruzione con la scuola se lo vorrà fare dovrà pagarselo da solo, mi pare il minimo visto che ha deciso che non vuole “ingerenze”  nella sua vita da parte mia….è rimasto un po’ perplesso,ma non ha detto una parola…

Sono giorni difficili questi, lui non cede e io come al solito e forse come è giusto che sia mi ammorbidisco ogni giorno un po’, anche se la rabbia e la tristezza non sono minimamente diminuite.

E’ difficile ora capire in quale direzione muoversi, nel mio post precedente dicevo che pensavo di aver trovato la strada giusta, ora non sono piu’ tanto sicura…

Ho l’impressione che il rancore che cova contro di me sia alimentato dalla mia indifferenza..

Parlargli adesso è impossibile, troppa la rabbia da entrambe le parti, non ascolta, non ragiona, non si mette minimamente in discussione, quest’ultimo è l’aspetto piu’ grave e il piu’ pericoloso…
Aspettare…e far sfogare la tempesta.

Ho scoperto che devo navigare a vista…per adesso è l’unica cosa che posso fare.

Mamyx3

Rispondi