Ristorante Il Giardino di Mia e l’attenzione ai bambini

Ultima modifica 8 Aprile 2015

Riunione tra amiche, un po’ di lavoro e un po’ no, un modo per rivedersi dopo tanto tempo e un modo per stare insieme, con i bambini.

Allora, che si fa?
Una pizza, certo, sarebbe l’ideale. Ma meglio se ci fosse anche uno “sfogatoio“, come dice una di noi, in cui i bimbi possono giocare indisturbati, tranquilli e sereni, ma sorvegliati dall’occhio materno, sempre vigile e attento.

I nostri requisiti sull’intrattenimento dei bambini (dai 4 ai 6 anni erano i nostri), erano minimi: giochi sicuri, quindi niente gonfiabili e ad un passo da noi!

Bene. Abbiamo trovato Il Giardino di Mia ristorante family friendly, che si trova in un posto un po’ fuori mano, decisamente in periferia, ma immerso nel verde, quindi, può andare bene. Tra l’altro, le varie recensioni ne parlano abbastanza bene, così, ci siamo sentite di sperimentare.

Effettivamente, appena si arriva e si entra nel cancello del giardino, l’occhio spazia in un bel verde acceso e curato, tanto che i bambini ci si sono tuffati letteralmente.

il-giardino-di-mia-ristorante-bambini-roma

Il parco giochi è a pochi metri dal raduno dei tavoli della cena, che si trovano sotto degli ombrelloni di tela bianca.
I giochi sono in ottimo stato, il posto è pulito ed in perfetta sicurezza. E’ recintato da una recinzione bassa e di legno, con, a sua volta, un altro piccolo cancello, in modo tale che l’uscita e l’entrata dei bimbi avviene da una parte sola, evitando le “vie di fuga” scellerate!

ristorante-bambini-parco-giochi-roma

E’ il classico parco giochi con scivolo, altalene, casetta di legno e qualche dondolo.
Quindi, assolutamente non adatto a bambini al di sotto dei 4 anni, se non accompagnati da un adulto (vedi altalene e quant’altro!).

Dopo aver dato un’occhiata in giro e aver visto la situazione come era organizzata, noi mamme ci siamo accomodate ed abbiamo ordinato per tutti.
Qui si può consumare pizza romana e, più in generale, cucina romana, anche se i supplì, non erano affatto degni di questo nome: insipidi e insulsi. Insomma, nel complesso, niente di eccezionale, ma la salvia fritta, merita.
Per i bambini, c’è la possibilità di ordinare pizze un po’ più piccole, il che non guasta, dato che una grande non riescono a finirla quasi mai.

pizza-bambini-ristorante-roma

pizza-per-bambini-giardino-di-mia-roma
Un punto a favore: il servizio per i bambini è stato celerissimo. La ragazza che ha preso le ordinazioni (che se buttasse la gomma da masticare quando serve ai tavoli, sarebbe anche più carina) ha avuto la premura di inviare immediatamente quanto avevamo richiesto per i bambini, alla cucina, in modo da avviare la cottura delle pietanze.
Il servizio per gli adulti è andato un po’ a singhiozzo: le richieste aggiuntive di acqua, birra, caffè, non sono state subito ascoltate, avremmo richiesto un totale di 9 caffè, prima che ce ne arrivassero 3, fate un po’ il conto voi di quante volte l’abbiamo dovuto ricordare.

brindisi-amiche-roma

E così, tra una chiacchiera, un brindisi, una risata ed un pettegolezzo, abbiamo trascorso la serata, sempre con il collo un po’ dritto, per cercare di tenere sotto controllo i bambini nel parco giochi, che facevano avanti e indietro dal tavolo, giusto per mangiare o bere un sorso d’acqua, durante le loro mille corse.
Ecco, dopo una di queste corse, tornano al nostro tavolo le mie due bimbe singhiozzando. Non ci eravamo accorti che, in un istante (immediatamente arrivate le 23.00), avevano spento le luci che illuminavano il parco giochi. Così, mentre una se ne stava rendendo conto, l’altra era rimasta nella casetta a giocare, perchè non aveva sentito l’avviso del tizio che si è occupato della cosa, ed è rimasta alquanto spaesata. Terrorizzata, invece, era l’altra, che non avendo più visto la sorella, già temeva per il peggio.
Certo che, per un ristorante che cerca di puntare nell’accoglienza delle famiglie, come si presenta Il Giardino di Mia ristorante family friendly, ci si aspetta un minimo di attenzione in più per questi dettagli, che poi, non sono così trascurabili, dato che poi, per calmare le bimbe mi ci è voluto un bel po’.
E, in tutto questo, nessuno (NESSUNO), del ristorante si è preso cura di rendersi conto dell’accaduto, nè tantomeno di dare un minimo di spiegazioni.

Quindi, al Giardino di Mia: attenzione ai bambini! Soprattutto quando si spengono le luci del parco giochi. Vi suggeriamo, a prescindere, di avvicinarvi al parco giochi subito prima delle 23.00 per tenere sotto occhio i bambini, che potrebbero disorientarsi nel momento in cui vengono spente le luci, sperando che trovino presto un modo che si accerti che tutti i bimbi si stiano rendendo conto dello spegnimento dell’illuminazione.

Ah, altra cosa, anche questa non del tutto trascurabile: le prenotazioni, non fatele riempiendo il form online che si trova sul sito, perchè non viene dato alcun peso a quelle mail (come mi è stato poi precisato al telefono), è come riempire carta straccia, è meglio quindi telefonare, ma non vi risponde nessuno prima delle 17.30.

Riassumendo: per attenzione ai bambini, si intende esclusivamente la presenza del parco giochi (e se poi piove????) e delle porzioni dimezzate, di fasciatoio, ad esempio, neanche l’ombra. Il cibo, nulla di eccezionale. I prezzi sono abbordabilissimi.

Micaela

Rispondi