Il mondo in una valigia

0
565

Ultima modifica 29 Settembre 2016

Qualche giorno fa ho avuto il piacere di visitare la BIT, Borsa del Turismo Internazionale, a Milano, ed è stata un’esperienza davvero piacevole.

Lasciate che vi racconti.

Non potete capire la sensazione che ho provato appena entrata in fiera. Mi sono diretta ai settori da 1 a 3 “Italia” e…avete presente Scrat, il personaggio di “L’era Glaciale” quando va nel paradiso della ghianda? Ecco, io ero nelle stesse condizioni. Vi ho raccontato della mia passione per la carta e soprattutto per i cataloghi e i giornali di viaggi, quindi ho iniziato ad accaparrarmi cataloghi, depliants e quant’altro come una bambina che fa incetta di cioccolata e caramelle. Dopo solo due-tre regioni italiane mi sono resa conto che il trolley che avevo con me era già al limite della sua capacità. E ora? Non potevo lasciare tutto quel ben di Dio e avevo ancora una bella fetta di Italia da “visitare” e poi….il resto del mondo!

Va bene. Ho preso coraggio e ho iniziato a presentarmi agli uffici stampa come redattrice per il web magazine “Le Nuove Mamme”. Le porte si sono spalancate. Tutti gentilissimi, mi hanno fornito cartelle stampa e hanno preso i contatti per mandarmi il materiale via mail, e le mie spalle hanno ringraziato sentitamente.

Devo dire che lo stand più simpatico è stato quello dell’Emilia Romagna non smentendo così quello che si dice sul carattere cordiale e aperto della gente di questa bella regione italiana. Mi hanno invitato alla degustazione dei prodotti tipici di Piacenza e fatto assaggiare un ottimo Gotturnio.

C’era lo stand della Puglia dove hanno insegnato a fare le orecchiette pugliesi, quello del Veneto con hostess e stewards in costume, così come quello del Giappone e dell’India, stands dove venivano suonati e ballati balli popolari, gli sbandieratori…..insomma si aveva la sensazione che in una sola giornata fosse davvero possibile visitare tutto il pianeta.

Ho notato con vero piacere che, nel complesso, c’è sempre più particolare attenzione ai bisogni delle famiglie, specie con bambini piccoli, e ai ragazzi. Sempre più posti e strutture si organizzano per offrire svago, relax, servizi specializzati e accolgono volentieri i suggerimenti offerti. Alla fine della giornata ero veramente stanchissima, ma davvero divertita e, soprattutto, tornavo a casa con il mondo nella valigia….che sensazione meravigliosa!

Vi prometto che, una alla volta, uscirà dalla valigia una nuova perla da visitare insieme perché…viaggiare in compagnia è molto meglio!!

 

Paola Biandolino

Rispondi