Il picco dell’influenza atteso dopo le feste

Ultima modifica 10 Novembre 2015

influenzaQuanti di voi sono stati a letto durante queste vacanze?
Non a poltrire, naturalmente, ma con l’influenza…

Ve lo dico io: sono stati 450 mila gli italiani a letto durante le feste di Natale e Capodanno, e solo i bambini circa 100 mila con febbre e raffreddore.
Ma non è finita qui! Il picco deve ancora arrivare e, puntualmente arriverà dopo l’Epifania.

Il virus, isolato all’inizio di dicembre 2013, è l’AH3N2, compreso nel vaccino di quest’anno.
In particolare per i bambini arrivano, dagli esperti del Bambin Gesù, i consigli per affrontare l’epidemia stagionale: igiene, riposo e una alimentazione più ricca di frutta e verdura.
Il dottor Alberto Villani, responsabile di Pediatria Generale e Malattie Infettive del Bambin Gesù consiglia: “Qualora il clima lo dovesse consentire conviene approfittarne per uscire per una breve passeggiata. Dopo 4-5 giorni si potranno riprendere le normali attività, comprese quelle sportive nel caso di bambini più grandi. Potrà inoltre essere utile somministrare un multivitaminico per qualche giorno o anche la sola vitamina C”.

Rachele Masi

Rispondi