Impariamo chi siamo…e ci ameremo!

0
431

Ultima modifica 10 Novembre 2015

coppette_mestrualiDa due-tre anni, anche in Italia, si è iniziato a parlare della coppetta mestruale, metodo alternativo agli assorbenti esterni/interni, per il raccoglimento del liquido mestruale. Ma l’informazione su aspetti ed oggetti ginecologici è sempre molto scarsa ed ambigua.
Il problema maggiore, dopo la mancanza d’informazione, è un altro, più intimo, celato.
La coppetta mestruale è pratica, igienica, economica, allora perché le donne rimangono poco informate, non si avvicinano a questo “strano oggetto”?
La risposta è semplice: bisogna conoscersi maggiormente!

Ebbene si, per poter inserire la coppetta bisogna essere a conoscenza di come è fatta la nostra vagina!
Tornando indietro nel tempo, ad esempio, ricordiamo che sul mercato, era stato introdotto il diaframma contraccettivo, metodo contraccettivo a barriera, ad oggi quasi sparito dal mercato. Eppure non è stato annullato, non sono stati trovati rischi per la salute tali da giustificarne l’eliminazione o abolirne l’acquisto.
La risposta rimane quella precedente  inoltre ci segnalano come sia carente la conoscenza del proprio corpo, nello specifico della propria vagina.
Dunque, quale che sia il metodo contraccettivo o l’oggetto usato per intercettare il flusso mestruale, il problema rimane a monte: la mancata consapevolezza di noi stesse.

Noi donne abbiamo cercato l’emancipazione, ma ci siamo dimenticate che prima di andare a chiedere rimedi dovremmo sapere cosa vogliamo. Nella sessualità è la prima forma di emancipazione: sapere chi siamo, come ci piace, cosa ci piace e cosa vogliamo…
Pretendere senza sapere non ha valore! Il valore di noi stesse deve prima partire dalla conoscenza del nostro corpo, per poter poi essere condiviso col nostro partner.
Iniziamo a capire chi siamo e cosa vogliamo, il modo o la maniera con cui facciamo questo viaggio di approfondimento con noi stesse non è importante, l’importante però è cominciare il viaggio!

 

Dott.ssa Sara Laghi – Consulente RossoLimone

image001

Rispondi