Io e lei: storia di un’amicizia

Ultima modifica 24 Febbraio 2017

cover io e lei

La casa editrice Lo Stampatello si è dimostrata, sin dalla sua nascita, particolarmente attenta alle dinamiche familiari della contemporaneità, attirando su di sé alcune “critiche” assai infelici, alle quali preferiamo non dedicare spazio, dal momento che non le condividiamo. “Io e lei” fa parte delle novità apparse in catalogo lo scorso autunno e porta la firma di Marinella Barigazzi, autrice e traduttrice italiana, e di Peter H. Reynolds, illustratore ed autore canadese. La sensibilità di Barigazzi e la raffinatezza di Reynolds si fondono insieme in questa breve, ma intensa storia, la quale affronta i temi della solitudine, dell’amicizia e dello sviluppo della personalità con un tocco profondo e delicato insieme.

beatriceAlice e Beatrice sono vicine di casa e amiche inseparabili sin dalla nascita. Alice prova molta ammirazione per l’amica: ai suoi occhi, lei appare sempre bellissima e anche il suo stile di vita sembra perfetto. Beatrice ha una bella casa, un cane, due genitori che la riempiono di regali, un sacco di amici e, soprattutto… è fortunata ad essere figlia unica!

 

alice

Un giorno, tuttavia, Alice inizia a rendersi conto che, forse, l’invidiabile vita di Beatrice non è poi così favolosa. La bambina, infatti, le confessa piangendo di essere molto infelice. I genitori pretendono troppo da lei, gli amici le invidiano i mille giocattoli ma non sono veramente interessati alla sua compagnia… e poi Beatrice si sente sola, vorrebbe così tanto avere una sorella! A quel punto Alice la consola e, soprattutto, la invita a considerare il loro rapporto di amicizia come qualcosa di molto importante e profondo: esso è così forte e importante che… è come se loro due fossero sorelle!

“Beatrice mi ha guardata come se mi vedesse per la prima volta…” racconta Alice. Da quel giorno, infatti, la loro amicizia avrà una svolta: non saranno più solo due bambine che trascorrono piacevolmente del tempo insieme, ma essendo diventate consapevoli dell’affetto che le unisce, sapranno essere veramente vicine, solidali, pur essendo due persone distinte, ciascuna col proprio carattere. Prima il loro legame era quasi simbiotico, ma superficiale: ora la comprensione reciproca le ha aiutate a crescere e, di conseguenza, il loro rapporto è diventato più maturo.

Io e lei è, quindi, una bella riflessione sull’amicizia, sul delicato equilibrio tra affetto reciproco e autonomia personale, sull’importanza della fiducia e dell’autostima, sulla consapevolezza di sé e dell’altro. Questi sentimenti sono narrati con garbo e con la giusta sintesi, lasciando così ampio spazio alle considerazioni personali del lettore; le illustrazioni arricchiscono il messaggio con uno stile elegante che comunica dolcezza e calore.

Marinella Barigazzi, Peter H. Reynolds
Io e lei
Lo Stampatello 2014

Simona Calissano

Rispondi