Junk Food = Junk Kids

Ultima modifica 17 Marzo 2017

Siamo mamme, e teniamo alla salute dei nostri figli più di ogni altra cosa. Stiamo attente ai prodotti che compriamo, a come cuciniamo e cerchiamo, nel limite del possibile, di dare loro sempre dei pasti sani.

Già, limite del possibile, perché ogni tanto nelle nostre case entra anche il così detto cibo spazzatura.
Eh si… quello a cui sembra non sia possibile resistere.

E’ importante però ricordarsi sempre che hamburger e patatine fritte non fanno male se mangiati con moderazione. Certo che se i nostri figli mangiano hamburger tutti i giorni allora…

credits: blog funeral for my fat

Come tutte le cose, del resto.
Bisogna imparare a mangiare, a conoscere cio’ che ingeriamo.

Molti chef stellati hanno parlato delle conseguenze della cattiva alimentazione, spiegandoci come sia fondamentale la cultura del cibo. Tra tutti, Jamie Oliver noto chef americano, conosciuto anche per la battaglia fatta contro il cibo ‘spazzatura’  nelle  scuole, per la sua volontà di cambiare le cose, di educare al cibo e di diffondere la nuova filosofia No junk food.

JamieOliver_copy_foodvibration
JamieOliver_copy_foodvibration

Ha scritto diversi libri, che grazie a  traduzioni tecniche precise ed accurate, sono arrivati in moltissime parti del mondo. Lo possiamo vedere in televisione, il suo programma è molto seguito e decisamente interessante. Ho iniziato a conoscerlo qualche mese fa, grazie proprio al suo programma sulle reti Sky, ho provato a preparare uno dei piatti che suggeriva e da li sono diventata una vera e propria Jemie dipendente. Ho iniziato a leggerlo, a seguirlo, ad apprezzare cio’ che ha fatto e sta continuando a fare per il cibo delle mense scolastiche, perché è da li che tutto parte.

Le mense sono il ‘ristorante’ dove i nostri figli passano la maggior parte del tempo, è importante che mangino in maniera equilibrata e che soprattutto sappiano cosa hanno nel piatto.

Le conseguenze del mangiar male possono essere anche molto gravi.
Forse puo’ sembrare impossibile, ma oggi si rischia anche di morire a causa del cibo.

Ci vuole poco, veramente poco. Stiamo attente a cio’ che diamo da mangiare ai nostri figli, e soprattutto educhiamoli, facciamo in modo che siano loro a chiederci il ‘buon cibo’.

Rispondi