L’11 luglio Coccoluto è all’Hollywood di Bardolino

0
526
Coccoluto all'Holliwood

Ultima modifica 11 Novembre 2015

Venerdì’ 11 luglio l’HOLLYWOOD di Bardolino ospiterà per la prima volta Claudio Coccoluto, il massimo rappresentante dell’house in Italia e all’estero. “Cocco” suonerà intorno alla mezzanotte nel nuovissimo ABSOLUT ELYX PRIVE’: un grande dj che varca le porte del club per la prima volta in un nuovo esclusivo privè.
Claudio CoccolutoDue battute con Claudio Coccoluto:

Da cosa e’ nata l’idea di “fare il deejay”? Non è mai nata un idea precisa, piuttosto una predisposizione per la musica (a nove anni mia nonna mi regalava soldi per le figurine ed io ci compravo 45 giri), un spiccato “senso del party” e della socializzazione, che mi ha portato prima in una radio pirata (a 13 anni) e di conseguenza, in un percorso naturale, dietro ai piatti delle prime festicciole, poi clubbettini, quindi discoteche vere e proprie. Ma mai con propositi carrieristici, piuttosto percepivo questa attività come un hobby, senza mai prenderla troppo sul serio. Solo quando Marco Trani  mi offrì di dividere (da secondo) la cabina dell’HISTERYA di Roma (1985, un dei migliori club italiani dell’epoca), accarezzai l’idea di mollare il resto e dedicarmi full time a “fare il dj”, a danno dei miei studi universitari e delle aspirazioni dei miei genitori.

Ha ancora senso dividere la musica in generi? Non lo ha mai avuto per la musica, intendo dire che “i generi” hanno un senso solo per gli scaffali dei negozi ma non per chi ama la musica: la magia delle emozioni che la musica provoca all’ascolto è ancora un mistero, una melodia può toccarti l’anima e cambiare il tuo umore, può emozionarti o eccitarti, nessun altra ARTE ha un riscontro così intimo e immediato col nostro subconscio… con tutto questo i generi non hanno nulla a che fare!
Coccoluto all'HolliwoodClaudio Coccoluto nato (a Roma) sotto il segno del Leone nei primi anni Sessanta, ha cominciato a fare il dj per hobby a 13 anni. Le sue prime esperienze sono al Seven Up di Formia nel 1980. Nel 1985 interrompe gli studi per dedicarsi professionalmente al mixaggio. All’ epoca suonava all’ Hysteria accanto a Marco Trani. Oggi lavora in tutto il mondo e per lui volare  tre volte la settimana è routine. Oltre ad aver affermato la sua fama di dj rispettato a livello internazionale, la sua attività di remixer è richiesta da etichette e artisti di tutto il mondo. 

Su una collina che domina la sponda veronese del Lago di Garda a Bardolino, c’è Hollywood Dance Club, che si è rivelato negli anni come la realtà più trendy e innovativa nell’affollato mondo della vita notturna sulla riviera.
2014: nuovo Privèe, nuovi suoni, serate revival, ospiti di prestigio, molte sorprese glamour,come questa con Claudio Coccoluto.
piscina HolliwoodGiampaolo Marconi, titolare e direttore artistico, ha voluto un ambiente di classe: modaiolo ma senza eccessi, trendy e stravagante ma senza forzature. Moltissimi i vip del mondo della televisione, dello sport e del cinema che ogni estate trascorrono qui notti in tutto relax. La programmazione delle serate è all’insegna del trend più attuale, con sonorità sofisticate e godibili al tempo stesso, tutto questo e molto altro lo rendono meta privilegiata per le migliaia di persone che lo affollano per tutta l’estate.

Hollywood DanceClub, Via Montavoletta, 11 – Bardolino (VR) tel. 045 7210580 www.hollywood.it

Elisabetta Nuvola Paseggini

Rispondi