La bambina col cappotto rosso

0
565

Nel 1994 ha avuto 12 Nomination e 7 Premi Oscar. Nel 2007 è stato inserito dall’American Film Institute all’ottavo posto nella classifica dei 100 migliori film americani nella storia del cinema.Stiamo parlando di Schindler’s List, il capolavoro di Steven Spielberg sulla Shoah.
Una delle immagini più struggenti di questo film è la bambina con il cappottino rosso che vaga da sola pr la città e che rappresenta proprio tutti quei bambini che non hanno potuto mai cominciare a vivere.

In occasione del 20° Anniversario e del restauro in alta definizione del film – disponibile dal 10 aprile – Universal Pictures Italia e la Comunità Ebraica di Roma celebrano Yom Ha Shoah con una cerimonia dedicata alla BAMBINA COL CAPPOTTO ROSSO

Il 7 aprile, alle ore 20.00 a Largo 16 Ottobre (dove sono apposte le targhe che commemorano la deportazione degli ebrei romani)l’immagine della bambina col cappotto rosso diventa un’opera d’arte che si accende nel cuore di Roma: la videoinstallazione sarà accompagnata da una cerimonia commemorativa di accensione di 300 candele rosse con il sottofondo del coro dei bambini della Scuola Ebraica.

A seguire, alle ore 21 presso il Cinema Farnese in Piazza Campo de’ Fiori si terrà la proiezione-evento del film in alta definizione, destinata alla raccolta fondi per l’Associazione Daniela Di Castro – Amici del Museo Ebraico di Roma.

L’edizione Blu-ray® del film – Schindler’s List 20th Anniversary Definitive Edition – meticolosamente restaurato sotto la supervisione di Steven Spielberg a partire dalla pellicola originale – comprende:
– il film in alta definizione
– l’e-Copy del film scaricabile sul proprio computer
– un libro fotografico di 16 pagine
– cartoline da collezionare
– un’ora di Contenuti Speciali che presentano sotto una nuova luce la storia di Oskar Schindler, membro del
partito nazista che ha rischiato la propria vita per salvare più di 1100 ebrei durante l’Olocausto.

Rachele Masi

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here