La Biblioteca Laurentina nel Municipio IX: un posto magico per chi ama i libri

Ultima modifica 2 Marzo 2020

Siamo a Roma sud, quartiere “Laurentino 38”, piazzale Elsa Morante.
Un’area popolata da circa 32.000 persone dove dal 2005 al 2010 in un’ottica di riqualificazione del quartiere nasce l’idea del Centro Culturale Elsa Morante.
Un luogo di aggregazione e integrazione che prevedeva un teatro, un’emeroteca e un’arena oltre a immensi spazi verdi.

Biblioteca Laurentina

La struttura inaugurata nel 2011 ha offerto per 5 anni, grazie alla società Zetema, una costante offerta culturale ai residenti del quartiere. A onor del vero le offerte erano soprattutto eventi rivolti agli adulti.

Poi, scaduta l’assegnazione, la struttura ha sostanzialmente chiuso.

Vi chiederete allora perché vi consiglio questo luogo che per noi è diventato magico.
Ve lo spiego subito.
Dal 2018 all’interno della struttura è nata la Biblioteca Laurentina: l’unica biblioteca esistente nel Municipio IX eppure praticamente sconosciuta alle famiglie dello stesso quartiere nonché dei quartieri limitrofi.

La struttura centrale del complesso è stata ristrutturata e trasformata in una biblioteca.

Si possono trovare spazi dedicati allo studio dove i ragazzi possono usufruire gratuitamente di  postazioni internet. Uno spazio per la consultazione di riviste e giornali, un patrimonio librario per adulti e poi un confortevole spazio per i bambini di ogni età con lavagna per disegnare, tavolini e sedie adatti nonché cuscinoni per leggere per terra.
Il tutto corredato da tanti bellissimi libri per ogni età da poter consultare e portare a casa facendo una semplice tessera personale che da subito rende protagonista ogni bambino.

L’ambiente è pulito e accogliente, dotato di bagni e distributori per le bevande calde o snack.

Io e la mia bambina Sofia di 9 anni che è affamata di libri frequentiamo la biblioteca con cadenza quasi settimanale e abbiamo come missione di farla scoprire a più persone possibili.

La biblioteca è gestita da persone giovani ma al tempo stesso esperte, che ormai chiamiamo per nome e che si ricordano di ogni bimbo che frequenta quel posto.

Ragazzi che hanno tanta voglia di fare ma soprattutto di farsi conoscere.

Vi segnalo la Biblioteca Laurentina anche perché ci sono sempre eventi per bambini.

Dalle presentazioni di libri, alle letture a bassa voce per bambini (e famiglie) da 0 a 6 anni, alle proiezioni di film, ai laboratori manuali. L’ultimo era chiaramente ispirato alle maschere di carnevale. Organizzano laboratori di scienze realizzati da Myosotis o da altre associazioni, laboratori musicali… tutti eventi ai quali abbiamo partecipato con entusiasmo e dai quali non siamo mai usciti delusi.

Mi sento di condividere Asimov quando in occasione dell’apertura della prima biblioteca della sua città, diceva: “… congratulazioni per la nuova biblioteca. Non è solo una biblioteca, ma una navicella spaziale che vi porterà nelle più lontane destinazioni dell’universo, una macchina del tempo che vi condurrà nel passato più remoto e nel più lontano futuro, un insegnante che conosce più cose di ogni altro essere umano, un amico che vi divertirà e vi consolerà e soprattutto una via d’accesso ad una vita migliore, più felice e più utile…

E’ vero, manca il fasciatoio nel bagno per i bambini piccoli, ma sono sicura che dopo questo articolo metteranno anche quello.

In realtà me lo hanno già promesso e se non riusciranno loro, allora vorrà dire che ci penseremo noi.

Rispondi