La mia mamma è una dentista

2
142

Se ti dicessi: “Un’otturazione può costare mezzo dollaro!” …oppure: “Esiste un paese dove spendendo lo stesso mezzo dollaro per ogni bambino a scuola hanno dimezzato le carie!”, forse mi prenderesti per grullo.
Se poi lo scrivessi in un libro, non credo che troverei nessuno disposto a pubblicarlo.
Allora ho cominciato scrivendo Mamma che denti!

Se alla gente i dentisti non stanno molto simpatici (almeno in base a quel che si sente dire in giro), un motivo ci sarà.

Io sono un dentista e probabilmente sono antipatico anch’io ma non posso farci niente…

O forse sì. Quando stavo nell’ambulatorio odontoiatrico, mi mancava l’aria e allora sono scappato e ho viaggiato un po’ per il mondo.
Ho avuto la fortuna di vedere tante cose che non mi sognavo nemmeno.
Soprattutto, ho avuto la fortuna d’imparare che non bisogna necessariamente finire col dover pagare un dentista per i nostri denti bucati e storti e che non sta scritto da nessuna parte che i denti debbano per forza bucarsi o storcersi.
Nel frattempo mi sono innamorato di un’ostetrica e da lì la passione per bimbi, pappe e nanne è cresciuta sempre di più (e cresce ancora oggi).

In questo modo è stato facile scrivere Mamma che denti!

Alla fine, il segreto per crescere forti e sani (anche nei denti) è prima di tutto nelle mani delle mamme, dei genitori (e anche dei nonni, dai).

dentista per bambini

I dentisti, con le loro cure e le loro “medicine” possono (forse) renderci un po’ di salute quando l’abbiamo perduta ma crescere e restare sani dipende molto da come viviamo, da che cosa facciamo, da che cosa ci abituiamo a fare.

Per i denti, almeno, può funzionare così.

Ma chi ce lo dice? Chi vuole perde tempo per dircelo?

Dei denti sappiamo poco e parliamo ancora meno. In genere ci affidiamo a tecniche ed esperti.

Ma il miglior “esperto” per prendersi cura dei denti di un bambino sarà sempre la sua mamma!

Basta dirle qualcosa, raccontarle tutti quei “come si fa” che hanno a che fare con la vita di tutti i giorni. Il dentista arriverà sempre dopo (e troppo tardi) per prevenire i fastidi dei denti e non potrà che contare quelli bucati o cercare di raddrizzare quelli storti. Penso che la cosa di cui ci sia più bisogno per toglierci di dosso un bel po’ dei problemi e delle noie che ci danno i denti siano le chiacchiere e non tanto le tecniche e gli strumenti (che poi sono sempre costosi, a prescindere da chi paghi). Può davvero funzionare così, l’ho visto e oggi ci credo anch’io…

Se ci credi anche tu, puoi leggere Mamma che denti! Nel frattempo io mi metto a raccontare di chi ha dimostrato che un’otturazione può costare mezzo dollaro. Alla fine, si tratta dei nostri denti.

A presto.

Guido Benedetti

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

2 COMMENTI

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here