La piccola bottega degli orrori alla Sala Umberto dal 3 dicembre

Ultima modifica 16 Gennaio 2020

Oggi siamo andati alla presentazione dello spettacolo teatrale alla Sala Umberto de “La piccola bottega degli orrori”.
Grande opera cinematografica del 1960, riadattata da Piero De Blasio in formula musical davvero molto colorata e coinvolgente.

La piccola bottega degli orrori

La compagnia ci ha accolti con un brano della commedia cantato dal vivo dalle tre coriste: da subito siamo rimasti incantati dall’energia della loro voce e dal loro carisma nell’interpretarlo.
Dopo alcune scene dello spettacolo proiettate sul maxischermo e una breve illustrazione del progetto da parte del regista, ci è stato presentato l’intero cast.

La piccola bottega degli orrori

Volti più o meno noti dove spiccano due grandi nomi.

Nei panni di Seymour abbiamo Giampiero Ingrassia, mentre troviamo Fabio Canino nel ruolo di Mushnik. Accanto a loro vi sono Bella Martin (Audrey), Emiliano Geppetti (Orin Scrivello), Lorenzo Di Pietro o in arte Velma K (Audrey II) e il coro di Giovanna D’Angi, Stefania Fratepietro e Claudia Portale.

La piccola bottega degli orrori

L’opera musicale sarà in programmazione al Teatro Sala Umberto in via della Mercede 50 dal 3 dicembre al 22 dicembre 2019. Le repliche sono dal martedì al sabato con spettacolo serale delle 21:00, il sabato e la domenica con spettacolo pomeridiano alle 17:00.

I biglietti partono dai 28€ a persona ed è possibile acquistarli direttamente al botteghino del teatro oppure on line.

Lo spettacolo è consigliato anche per famiglie con ragazzi dai 10/12 anni.

La piccola bottega degli orrori: trama

New York anni ’60.
Tutto inizia nel negozio di fiori del signor Mushnick dove il giovane Seymur, su suggerimento della collega Audrey, decide di esporre in vetrina la sua strana piantina per attirare la clientela.

La misteriosa pianta ha un successo enorme e attirando tantissimi clienti, risolleva le finanze e la notorietà della bottega. Seymur scoprirà presto però che la splendida piantina, nominata Audrey II, ha una “dieta” particolare.

Che cosa saresti disposto a fare per ottenere quello che hai sempre desiderato?

Pur di aver successo e conquistare la sua amata, troverà il modo di sfamarla divenendo complice di macrabi omicidi. Ma il finale promettono che sarà inaspettato e “diverso”!

Little Shop of Horrors, il musical basato sull’ omonimo film del 1960 diretto da Roger Corman debutta nel maggio del 1982 al Works Progress Administration Theatre di NY. Si sposta poi nel luglio dello stesso anno all’Orpheum Theater, uno dei più importanti teatri Off Broadway.
La produzione, diretta dallo stesso Ashman, riceve critiche molto positive, vincendo diversi premi sia a New York che a Londra.
Dopo 2.209 repliche, è il terzo musical più a lungo rappresentato nella storia dei teatri Off-Broadway.

In Italia La piccola bottega degli orrori è stato prodotto per la prima volta dalla Compagnia della Rancia nel 1988 per la regia di Saverio Marconi e poi ripreso in diverse edizioni successive.
Dopo 12 anni torna nei teatri italiani grazie a Viola Produzioni che ne ha riacquistato i diritti ed è pronta a presentarlo nella sua versione 2.0.

https://www.salaumberto.com/acquista-online

Il regista ci tiene a segnalare inoltre che la scelta del giorno della presentazione, 25 novembre – giornata contro la violenza sulle donne, non è casuale proprio perchè anche nello spettacolo è presente una situazione di violenza verso la donna: la bella Audrey è vittima dell’aggressività del suo fidanzato, dal quale Seymour vuole liberarla seppure agendo in modo poco onorevole.

Sicuramente uno spettacolo coinvolgente per godersi una serata di risate e musica e perchè no, un’ottima idea regalo per Natale: chi non ama andare al teatro?

Rispondi