La tazza della solidarietà

0
404
tazza-solidarietà

Ultima modifica 11 Novembre 2015

Il 4 e 5 ottobre a Milano i diritti dei bambini potranno essere difesi anche con una semplice tazza. Come? Semplice, cercando in tutte le piazze italiane i quasi 900 banchetti dell’Unicef, sparsi in tutta Italia, dove sarà possibile acquistare una delle Tazze dei diritti dei bambini: 6 coloratissimi soggetti, ciascuno decorato con una illustrazione della popolarissima Pimpa disegnata da Altan appositamente per l’Unicef.

Le donazioni così raccolte verranno utilizzate per finanziare l’acquisto di vaccini, zanzariere, sali per la terapia di reidratazione orale, ma anche campagne di promozione dell’allattamento al seno, assistenza alla gravidanza e al parto e interventi di educazione sanitaria e nutrizionale.La campagna “Le tazze della Pimpa per i diritti dei bambini” contribuisce a raccogliere fondi per sostenere l’impegno dell’Unicef per la sopravvivenza neonatale e infantile nella regione dell’Africa centrale e occidentale, quella che registra tuttora i tassi di mortalità infantile più alti al mondo.

Qui, in 24 paesi dell’area, si verificano ogni anno circa 2 milioni di decessi – quasi un terzo della mortalità infantile globale.  Con una donazione minima di 10 euro sarà possibile contibuire realmente ad aiutare i bambini in difficoltà e ricevere in cambio una tazza della “Pimpa”, disponibile in sei varianti, ognuna decorata con colori diversi a seconda del diritto rappresentato: dal diritto all’istruzione, a quello alla nutrizione, al gioco e lo sport, alla salute e all’uguaglianza.  Perché anche una semplice tazza della Pimpa può contribuire a fare del bene a chi più ne ha bisogno.

Rispondi