La testa sul comodino

Ultima modifica 20 Aprile 2015

Quando si fa l’amore, bisognerebbe lasciare la testa sul comodino. (Paolo Crepet)

Ma ci riusciamo sempre? Il nostro cervello è un potentissimo afrodisiaco ed è lui che ci guida verso il piacere. Può però capitare che sia proprio lui il responsabile delle nostre défaillances. A tutte noi sarà successo di trovarci a pensare ad altro sul “più bello” e in questo caso, tutta la nostra libido si riduce a movimenti meccanici ed a mugolii forzati. E’ normale, capita a tutte qualche volta, ma cosa fare?

Il mio consiglio è… parlatene! Non dobbiamo continuare a far l’amore per forza, questo trasformerebbe un momento di intenso piacere in un lavoro e come tale non ci diverte e non ci gratifica, ma anzi diventa, a lungo andare, odioso.

Impariamo a svuotare la nostra mente da tutti i pensieri, prima di fare l’amore, ci può essere di grande aiuto preparare un ambiente caldo e romantico, con luci soffuse, musica e candele. Tutto questo permetterà alla nostra testa di rilassarsi e concentrarsi solo su piacere che stiamo ricevendo dal nostro compagno o compagna.

La nostra camera da letto deve essere un nido rilassante in cui noi possiamo dedicarci solo a cose piacevoli, leggere, chiacchierare amabilmente, dormire… e fare l’amore. Lasciamo i problemi fuori dalla camera, così facendo ne creeremo un santuario per il nostro benessere, a litigare, si va altrove.

Se nonostante tutto ciò il rumore del topino in soffitta ci distrae, facendo calare la libido, non intestardiamoci a continuare il nostro gioco per onor di dovere, ma diciamo candidamente al nostro compagno che in questo momento non ce la sentiamo più di affrontare la penetrazione e dedichiamoci ad altro, coccole, carezze, baci o semplicemente a raccontare qualcosa a lui. Non appena saremo rilassate, potremmo ricominciare, più motivate di prima, a goderci i nostri meritati momenti di piacere.

Se poi il desiderio proprio non ci torna, magari per una volta, dedichiamoci a lui in altri modi. Doniamo del piacere, senza chiedere nulla in cambio… per questa volta, può andar bene anche così!

Siamo proprio complicate, ma imparando a conoscerci e a  rispettarci riusciremo a superare quelle piccole difficoltà che ci  infastidiscono.

 

Katia Ferrazza

Rispondi