Leggiamo ai nostri figli fin da piccoli

0
458

Ultima modifica 16 Marzo 2016

In passato si pensava che la lettura fosse “per i grandi”, mentre ad oggi numerosi studi e ricerche hanno dimostrato che è importante sviluppare la lettura fin da piccoli. La lettura, infatti, è prima di tutto uno spazio di condivisione e di intimità, in cui mediante lo scambio comunicativo del dire/raccontare e ascoltare veicoliamo a nostro figlio pensieri, emozioni e sensazioni, oltre ad aprire una finestra di comunicazione, conoscenza e riflessione sul mondo esterno  e interiore.

La lettura ha importanti risvolti positivi per lo sviluppo e la crescita del piccolo da un punto di vista cognitivo, emotivo, linguistico, comunicativo e relazionale, sociale e culturale.

leggere-ai-bambini

Prima di tutto è una forma di condivisione e di amore, perché rappresenta un momento di intimità in cui accoccolati e abbracciati, e quindi in una situazione in cui il contatto fisico e il flusso di emozioni e di sensazioni è forte e intenso, condividiamo storie e personaggi… che poi diventano “le nostre storie” e “i nostri personaggi”, ovvero un elemento di forte condivisione e intesa, uno spazio intimo.

Inoltre la lettura consente di esplorare emozioni e vissuti interiori: il bambino può ritrovare nei personaggi sensazioni che anche lui prova e quindi questo può aiutarlo a “normalizzare” quello che prova e sente (incluse le emozioni “spiacevoli” e che spaventano, come la paura e la rabbia), a dare un nome alle proprie emozioni, a imparare a riconoscerle e ad esprimerle.

E’ un potente strumento anche da un punto di vista cognitivo, perché consente di sviluppare il pensiero, la fantasia e la creatività: il racconto stimola alla produzione di immagini e fantasie nella mente del bambino e rispetta i tempi mentali del bambino. Inoltre aiuta a comprendere che ad un’azione ne segue un’altra e il legame sequenziale delle scene è fondamentale per lo sviluppo del pensiero logico e quindi anche della scrittura.

Rappresenta anche uno strumento per conoscere il mondo, un’alternativa all’esperienza in vivo; stimola la curiosità a sapere e conoscere e non per ultimo, può rappresentare un ottimo strumento anche per veicolare messaggi e valori educativi importanti.

La lettura è indiscutibilmente un ottimo incentivo allo sviluppo del linguaggio, in quanto stimola l’apprendimento di nuovi vocaboli e parole e quindi l’ampliamento del vocabolario.

In virtù del fatto che stimola sia la curiosità a conoscere l’altro e il mondo sia lo sviluppo del linguaggio, la lettura rappresenta anche un forte stimolo allo sviluppo relazionale, comunicativo e sociale. Infatti studi di settore evidenziano come la lettura in età pre-scolare sia correlata con un miglior inserimento sociale.

La lettura è uno spazio di condivisione speciale e importante per stare e comunicare con i nostri bambini ecco perché, a nostro avviso si dovrebbe iniziare fin da quando sono molto piccoli.

Rispondi