L’isola di Budelli è un’isola neozelandese?

Ultima modifica 6 Novembre 2015

budelli

Sardegna 2013.

L’isola di Budelli è stata concessa  ad un banchiere neozelandese e la nostra Penisola perde uno dei paradisi più ammirati e ambiti dagli amanti della natura.

Museo naturale a cielo aperto, sabbia rosa, specie vegetali e animali protette, l’isola è stata “svenduta” secondo il Presidente della Fondazione Univerde, Pecoraro Scanio.

Il prezzo è notevolmente basso rispetto alla dimensione del territorio e dipende dai rigorosi vincoli ambientali imposti per conservare e valorizzare un sito tra i più particolari al mondo e che dovrebbe far parte del Bene comune, così come lo sono l’acqua e l’aria.

budelli1

L’acquirente si è presentato come convinto ambientalista ed ha avanzato alcune proposte per lo studio  e il miglioramento delle condizioni di alcune specie a rischio, tra cui il ginepro, interessato negli ultimi anni da una morìa desolante dovuta ad un fungo patogeno.

Michael Harte, questo è il suo nome, ha sborsato 2,9 milioni di euro per portarsi via un pezzo di Italia … e in molti non ci stanno.

indexPer chi volesse firmare la petizione affinchè il governo eserciti il diritto di prelazione sul multimilionario, è a disposizione uno spazio online su Change, #salviamoBudelli, che fino ad ora ha raccolto 52mila firme.

 

Michela Cortesi

 

Rispondi