L’Officina della Birra, il birrificio che conquista

Ultima modifica 11 Novembre 2015

Qualche giorno fa con un gruppo di amici abbiamo deciso di organizzare una cena all’Officina della Birra, un birrificio che spesso ci era stato consigliato da conoscenti vari, milanesi doc.

Siccome è un po’ fuori Milano, a Bresso, la pigrizia aveva sempre avuto la meglio e non eravamo mai riusciti a testarlo in prima persona, fino a che, complice  un’ (in)sana voglia di birra, ho preso le redini della situazione e ho organizzato la serata.
Dato che la meta era un birrificio, ho raccolto numerosi adepti, tutti fiduciosi di trovare chi una bionda e chi una rossa di ottima qualità.
L’Officina della Birra non ha deluso le nostre aspettative: un locale molto speciale dove si può scegliere una Pilsner, Weizen, Bock, tutte prodotte a livello artigianale, non filtrate e non pastorizzate, utilizzando solo malto biologico.
Oltre a essere stati gradevolmente colpiti dalla qualità della birra, anche la location ci è piaciuta molto, perché è molto grande e spaziosa ed essendo fuori Milano si riesce a trovare parcheggio senza alcuna fatica.
Lo stile è quello hi-tech, di grande impatto visivo, di una ex-officina meccanica degli anni ‘60 che conserva ancora il carro-ponte e da cui prende il nome il locale. A fare da sfondo al ristorante ci sono dei giganteschi serbatoi di rame che si ritrovano identici anche sul grande palco dove si esibiscono artisti di musica italiana, internazionale, cabarettisti.

Il proprietario è stato gentile,  la qualità del servizio  impeccabile, come buonissima è stata anche la cucina.
Per accompagnare la birra – e non viceversa! – abbiamo scelto di mangiare carne, che era davvero tanta, buona e disponibile in diverse forme e varietà.
Abbiamo assaggiato sia lo spettacolare “filetto al metro“, servito sulla pietra rovente per prolungarne la cottura, sia la “ricca milanesona“, l’unica e inimitabile cotoletta alla milanese, enorme e croccante.
Proveremo invece la prossima volta la divertente soluzione del “sombrero caliente“, che permette di cucinare la carne da sé agganciando la bistecca a un cilindro di metallo rovente e insaporendola con brodo vegetale.
Gli antipasti e i dolci erano davvero buoni, anche se a spiccare su tutto è stata senz’altro la birra di grandissima qualità che scorre a fiumi in tutto il locale.

La ciliegina sulla torta è che il birrificio si trasforma anche in live bar, ogni giovedì sera a partire dalle 22.
E così anche noi abbiamo gustato un’ottima cena, bevuto in compagnia e ascoltato la musica dal vivo, in uno scenario davvero irresistibile.
Il locale è aperto tutti i giorni dalle 18 alle 02.00, e a pranzo dal lunedì al venerdì. Il giorno di chiusura è la domenica.

L’Officina della Birra mi piace perché si mangia e si beve bene ascoltando buona musica. Cosa si può volere di più?

Officina della Birra

viale Matteotti, 11- Bresso (MI)
Tel. 02 6106076
info@officinadellabirra.it
www.officinadellabirra.it

Elisabetta Nuvola Paseggini

Rispondi