Luis e gli Alieni. C’è sempre un modo per essere felici.

0
897

Siete pronti per il cinema d’animazione estivo?

Siamo andati all’anteprima di un film che vi farà divertire tantissimo: Luis e gli Alieni. Diretto dai fratelli gemelli Wolfgang e Christoph Lauenstein, distribuito dalla Koch Media, esce nelle sale italiane l’11 luglio.

Luis e gli Alieni: il film

Luis è un bambino molto singolare, è indipendente, maturo e con i piedi ben piantati per terra, questo perchè costretto dalla necessità e dagli eventi della sua vita.
Vive da solo con il padre, il Dott. Sonntag, un ufologo che passa le sue giornate a dormire e ogni notte dietro il suo telescopio gigante a cercare di scovare qualche traccia aliena.

Purtroppo sempre più spesso si dimentica di Luis, del suo compleanno, della gita scolastica e anche di fargli la colazione. Luis non si lamenta mai ed è costantemente vessato dai compagni di scuola, dei bulli senza scrupoli che lo prendono in giro e gli rendono la giornata scolastica insopportabile.

Non ha amici e i vicini di casa non sopportano il suo sconclusionato papà.

luis e gli alieni

Il giorno del suo compleanno decide di farsi da solo una torta ma quando vede che il padre non ricorda nemmeno di fargli gli auguri si dirige a scuola con un umore tristissimo. Purtroppo la situazione casalinga di abbandono diventa sempre più grave così il vicinato e il Preside decidono di affidarlo alle cure dell’Istituto la Famiglia Perfetta sotto la direzione della signorina Sadiker.

Luis impaurito e vulnerabile decide di reagire per trovare una soluzione e non farsi rinchiudere in quel posto orribile.

Improvvisamente la “macchina intercetta alieni” che suo padre tiene in salotto si mette a suonare e vibrare all’impazzata, che la storia che il Dott. Sonntag racconta e farnetica da anni fosse vera?
Per caso in mezzo a noi ci sono veramente delle forme extraterrestri?

Luis farà l’incontro che gli cambierà completamente la vita…

I tre alieni Whoopies, Mog, Nag e Wabo sono infatti scesi dallo spazio perchè desiderano ad ogni costo avere un materassino “Nubbi Dubbi” visto per caso in una televendita terrestre.
Si troveranno così assieme a Luis a vivere una divertentissima, rocambolesca avventura nella grande fuga dalla temibile Signorina Sadiker.

luis-e-gli-alieni

Il messaggio ‘potente’ del film

La musica incalzante sarà lo sfondo di una storia emozionante e adrenalitica.
I colori accesi e vivaci degli alieni, così gommosi da sembrare delle grosse caramelle, susciteranno gioia e buon umore.

Scene coloratissime e rassicuranti si alterneranno senza sosta con episodi più cupi ed enigmatici, per arrivare ad un finale grandioso ricco di sorprese con incredibili colpi di scena.

Luis e gli alieni ci trasporteranno come su un roller coaster ad un epilogo a sorpresa dove le amicizie si consolideranno, vecchi dissapori si scioglieranno, e i valori familiari troveranno una nuova genesi.

L’amicizia, il coraggio e la temerarietà di questa squadra tutta sconclusionata e tremendamente comica farà riflettere bambini e genitori.
Quanto sia importante stare loro vicini ed essere presenti nella loro vita, nonostante il quotidiano, il lavoro e gli stress della giornata a volte ci portino a trascurare il bene più bello che abbiamo, i nostri figli.

Il film è molto educativo ma anche duramente realistico.

Gli episodi di bullismo e di aggressioni che Luis quotidianamente deve sopportare non lo abbattono ma purtroppo lo intristiscono giorno dopo giorno sempre di più.
La malinconia ci avvolgerà quando nella storia sarà sempre più evidente che il padre lo trascura e si dimentica della sua esistenza.
L’aspetto interessante di questa narrazione è il messaggio positivo che raggiungerà i piccoli spettatori.

Nonostante le difficoltà, la solitudine e l’emarginazione, Luis sarà in grado di essere coraggioso, ardito e protagonista.

Stimolerà i bambini a credere in valori come la lealtà, la dedizione, l’altruismo.
A non avere paura del diverso, e ad avere fiducia del prossimo, valori importanti alla base della reciproca accettazione, in cui il gioco di squadra sarà fondamentale per diventare tutti dei piccoli eroi.

luis-e-gli-alieni

Malik mi ha detto che il film gli è piaciuto moltissimo e gli ha lasciato un messaggio potente.

Non bisogna avere timore di essere soli,
nel mondo ci sono gli amici a farci compagnia, che essi vengano o meno dallo Spazio c’è sempre un modo per essere felici.

La storia è piacevole, le immagini si susseguono con ritmo incalzante alternate con maestria tra comicità esilarante e introspezione psicologica.
A volte i compagni di scuola sembrano un po’ troppo aggressivi e gli alieni litigano un po’, quindi alcune scene potrebbero essere travisate come suggerimento di comportamento negativo, ma i bambini lo sanno bene e non si lasceranno confondere.
il protagonista è educato e sensibile, i bulli, i cosiddetti cattivi sono loro i maleducati.

#Spaventometro 2

Il film è adatto ai bambini dai 4 anni di età in poi.
Con i suoi colori fluorescenti e pastello, i simpatici personaggi gommosi e ben disegnati e una trama rassicurante ad un momento però ci farà saltare dalla sedia!
Infatti quando oramai si pensa che si concluda con un finale scontato, ricordatevi allora di tenere bene la mano ai vostri bambini perché ci sarà una scena dove tutto si trasformerà … nel vero senso della parola… e qualche bimbo più sensibile potrebbe spaventarsi un pochino.

Malik si è entusiasmato tantissimo e da quel giorno guarda sempre fuori dalla finestra per vedere se magari gli alieni stiano per atterrare!

®Riproduzione riservata

Non c'è film (per famiglie) che la coppia romana non recensisca! Titty e Malik alias gli inviati del cinema della Capitale. Seguite le recensioni, condividetele e non dimenticatevi di andare al cinema!!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here