Mamma Mia! Ci risiamo. Preparatevi a ballare di nuovo. La recensione

0
361

Eccoli di nuovo, dieci anni dopo gli eventi narrati nel primo film che ha incassato oltre 600 milioni di dollari in tutto il mondo.

Mamma Mia! Ci risiamo

Torniamo sull’isola greca di Kalokairi, e saremo catapultati in un viaggio nel tempo che contrappone senza sosta flashback ed eventi dei nostri giorni. Un tripudio di luci colori paillettes e vestiti in lamè, con il sottofondo delle canzoni degli Abba (ma a proposito quante ne hanno scritte? Pensavo che avessero esaurito il repertorio con il primo film!)

Sophie è incinta e gestisce la villa di sua madre.

Preoccupata di non poter fare tutto da sola, con la guida di Tanya e Rosie, Sophie scoprirà di più sul passato di Donna e su come ha gestito l’hotel. Come ha incontrato ciascuno dei papà di Sophie e cresciuto lei, tutto da sola – con una visita inaspettata di qualcuno che non aveva mai incontrato prima: sua nonna.

Mamma Mia! Ci risiamo

In uno dei flashback vediamo una Donna ventenne che dopo la laurea parte alla ricerca del suo destino “la vita è breve, il mondo è grande e voglio crearmi dei ricordi”.

Comincia così il suo viaggio, per il mondo e dentro sé stessa, verso Kalokairi.

Durante il viaggio conoscerà i tre uomini della sua vita, i tre padri di Sophie.

Un impacciato Harry (Hugh Skinner), giovanotto di buona famiglia, che sulle note di Waterloo le chiederà di passare la notte con lui (per lui sarà la “prima volta”).
L’aitante Bill (Josh Dylan), biondo velista che le farà dimenticare il ragazzo per cui perderà la testa, il bellissimo Sam, che compare improvvisamente durante una tempesta, ma non può rimanere, perché la vita ha per lui altri programmi.

Mamma Mia! Ci risiamo

Così Donna si trova da sola, incinta, lontana da tutti, ma non ha paura, ha Sophie, e con lei non sarà mai più sola.

La maternità è un tema importante nel film.

“Fare la madre non è semplice,
se lo fosse lo farebbero i padri”

dice Donna alle sue amiche, giustificando le assenze di sua madre Ruby, occupata a fare la diva. Ma Donna ci sarà per sempre per Sophie, anche quando non le sarà possibile essere presente in carne e ossa.

Il momento più emozionante è l’apparizione di Donna che canta My love, my life durante il battesimo del figlio di Sophie e i flashback al suo stesso battesimo.

Un consiglio, anzi due:
mascara waterproof e un pacchetto di Kleenex, impossibile non commuoversi.

Ma non temete, il film è divertimento puro, con numerose battute e scene buffe.

Tra le scene più spassose il momento in cui una flotta di pescherecci si avvicina all’hotel Bella Donna, con Harry e Bill sulla prua abbracciati come Di Caprio e Whinslet in Titanic, sulle note di Dancing Queen e lo scatenatissimo ballo finale con Streep, Cher e i giovani attori che ballano Super Trooper, impossibile togliersela dalla testa!

Mamma Mia! Ci risiamo

Lily James, che interpreta Donna ventenne, e’ la rivelazione del film, anche Jessica Keenan Wynn e Alexa Davies brillano come giovani Tanya e Rosie, ma non possiamo non menzionare Cher, nei panni scintillanti della nonna! E l’interpretazione di Fernando, super!

Mamma Mia! Ci risiamo

Nonostante la trama inesistente e piena di lacune, il film e’ godibilissimo, divertente, frizzante, un vero e proprio spot per quelle meravigliose isole dalle case bianche e dalle acque cristalline.

Avrete voglia di ballare sulle note di Dancing Queen, indossando pantaloni a zampa e paillettes, e di prenotare il primo aereo diretto verso il mar Egeo.

Interpreti: Alexa Davies, Amanda Seyfried, Andy Garcia, Cher, Christine Baranski, Colin Firth, Dominic Cooper, Jeremy Irvine, Jessica Keenan Wynn, Julie Walters, Lily James, Meryl Streep, Pierce Brosnan, Stellan Skarsgård.

Rispondi