Mani di fata

0
589

Ultima modifica 6 Novembre 2015

C’è n’è per tutti i gusti, anzi direi per tutte le mani.

Tra colori, stencil, refill, la fantasia galoppa. Quindi perché non tentare?

Mani di fata, semplici, molto curate, unghie coloratissime, a volte azzardate. Possono essere in tinta con il vestito, con un accessorio, ed avere una gamma infinita di colori: delicati pastello, fosforescenti, tinte forti o glitterate. Perché oltre agli occhi, anche le mani hanno i loro diritti!

Prendiamoci cura delle nostre mani.

Abbiamo anche la possibilità di renderle più allegre con lo smalto. Quindi basta decidere se vogliamo andare da una esperta in nails art o procedere con una meticolosa manicure fatta personalmente. Ho visto ottimi risultati in entrambe le ipotesi.

Vantaggi e svantaggi: direi che il fai da te dà la possibilità di inventarsi un nuovo look praticamente ogni due/tre giorni (vedi durata tenuta dello smalto), cambiare diventa la parola d’ordine e se ci armiamo di pazienza, potremmo anche diventare delle vere esperte. (ho volutamente saltato l’opzione estetista a cadenza quasi bisettimanale per questioni pratico/economiche).

Oppure lasciamo fare all’esperta. Mettersi nelle sue mani permette di provare una gamma infinita di decorazioni, se è questo che desideriamo.

E se vogliamo anche una durata considerevole del lavoro fatto e uno stop alle unghie spezzate, consiglio a tutte il refill. Consiste nel coprire e modellare l’unghia con uno strato di resina e successivamente procedere alla decorazione della stessa con svariate possibilità di disegni fantasiosi e giochi cromatici.

Il risultato è decisamente bello. Unghie perfette che non necessitano di alcun ritocco per circa tre settimane. Un unico svantaggio, se così può interpretarsi, è che il disegno scelto si potrà modificare solamente con la stessa tecnica utilizzata, non sono sufficienti forbicine e solvente. Questo è il prezzo che si “paga”, oltre, ovviamente, ad un costo lievemente superiore rispetto alla tradizionale manicure.

Cosa scegliere? Dipende da cosa volete. Probabilmente le pigrone come me preferiranno una mano esperta ed il gel. Le più fantasiose e creative di voi sceglieranno la manicure classica con il vantaggio di cambiare le vostre unghie con la stessa cadenza con cui si cambia il vestito (occhio quindi agli abbinamenti dei colori).

Lorenza Tondini

 

Rispondi