M’illumino di meno

0
417

Ultima modifica 13 Febbraio 2015

Oggi 15 febbraio 2015 si celebra 11a giornata del risparmio energetico: m’illumino di meno. L’iniziativa nasce grazie alla trasmissione radiofonica Caterpillar (in onda su Radio 2 RAI dalle 18 alle 19,30) ed è la più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sulla razionalizzazione dei consumi energetici.

millumino

L’iniziativa si avvale anche dell’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e della Presidenza della Repubblica, nonché delle adesioni di Senato e Camera dei Deputati.

La campagna  punta a sensibilizzare sul tema dello spreco energetico dimostrando che, grazie a semplici accorgimenti che ogni singola persona può mettere in pratica, si può arrivare a consumare meno energia elettrica, qualche esempio? La coibentazione, l’uso di fonti rinnovabili, il ricorso a mezzi di trasporto meno impattanti sull’ambiente, l’attenzione a disattivare gli apparecchi elettronici che non si stanno utilizzano, e via dicendo.

Cosa chiede oggi, che è la Giornata del Risparmio Energetico,  M’illumino di meno? Chiede lo spegnimento dell’illuminazione di monumenti, piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni.

E le adesioni ricevute sono state molte in tante città italiane.

Qualche esempio: a Venezia luci spente a Piazza San Marco, dove oggi va in scena il Carnevale italiano più famoso, a Siena si spegne Piazza del Campo, a Verona l’Arena, a Roma il Campidoglio e la facciata di palazzo Madama e a Milano sono senza luce il Castello Sforzesco, l’Uomo della Luce, la scultura posta all’esterno della sede della Città Metropolitana, e le due piramidi dell’ExpoGate in piazza Cairoli.

Da alcuni anni allo spegnimento di monumenti illustri si affianca l’invito ad accendere, dove possibile, luci “pulite”, facendo ricorso a fonti rinnovabili e sistemi intelligenti di illuminazione. Quest’anno in particolare, M’illumino di meno dedicherà speciale attenzione ai comuni che sono passati all’illuminazione a basso consumo e alle adesioni a base di Led.

Quest’anno il target di riferimento della giornata sono le scuole di ogni ordine e grado alle quali è stato richiesto di realizzare iniziative speciali per dimostrare come l’attenzione all’ambiente possa entrare a far parte del discorso educativo oltre che nella riqualificazione degli edifici scolastici.

Il Ministero dell’Istruzione ha aderito all’iniziativa e ha invitato tutte le scuole italiane a festeggiare M’illumino di meno nelle aule. E proprio dalla scuola arriva l’inno della campagna “M’illum-inno”, realizzato da bambini tra gli 8 e i 14 anni, che si può ascoltare sul blog della trasmissione Caterpillar.

Rispondi