Molly Monster: recensione di un film per i più piccini

0
446

La simpaticissima mostricciattola Molly è in arrivo nelle sale il prossimo 29 marzo.

Nata dalla penna del disegnatore Ted Sieger e protagonista della celebre serie tv animata in onda su Rai YoYo. Vive con i genitori a Mostrolandia, un tranquillo paese fatto di colline, vulcani, geyser e buffi abitanti.

Un film di animazione di Ted Sieger, Matthias Bruhn e Michael Ekbladh, della durata di 72 minuti.

Una coloratissima storia, che grazie alla collaborazione di Rai Yo-Yo e 102 Distribution, verrà presentato in anteprima nazionale a Roma domenica 25 marzo alle ore 14.30 presso il parco divertimenti del cinema e della tv Cinecittà World.

Molly Monster e il suo mondo

Nella vita della mostriciattola Molly sta per accadere qualcosa di nuovo: l’arrivo di un fratellino o di una sorellina che, inevitabilmente, attirerà tutte le attenzioni della famiglia.

Mentre attende il ritorno di mamma e papà dalla misteriosa isola delle uova, Molly si troverà a vivere una serie di avventure con il suo migliore amico Edison, un simpatico giocattolo a molla, che la porteranno a spingersi oltre i confini del suo mondo.

Stavolta la coppia del cinema siamo stati io e Mattia in quanto il cartone è fortemente indicato per un pubblico di piccolini.

Sia la tematica che i disegni sono riferiti ad una fascia d’età che non va oltre i 6 anni secondo me.

La trama descritta sopra è semplicissima, quindi nessuna difficoltà per i bambini, la storia spesso è intervallata da musiche e canzoni che affascinano i più piccoli.

Non ci si deve sicuramente aspettare un cartone d’azione, non ci sono scene da paura ovviamente e nemmeno momenti di sconforto per i protagonisti.

Non è un cartone che appassionerà gli adulti.
Il target sono i bambini che si identificheranno presto in Molly che ha l’abitudine di andare a letto ascoltando la ninna nanna e con il bacio della buonanotte dei genitori.

Un migliore amico, Adison, che non l’abbandona mai e con una sfrenata voglia di partecipare a tutte le avventure che le si proporranno nel suo viaggio verso l’isola delle uova.

Molly Monster e il suo mondo

I punti forti sono sicuramente i colori e i personaggi fantasiosi che aiuteranno la protagonista nel suo viaggio, i mezzi di trasporto utilizzati da Molly ed Edison come il trenino, la funivia, la barca che li porterà all’isola.

#Spaventometro 0

Questo cartone può certamente avere una funzione: quella di aiutare i genitori che sono in attesa di un secondo bebè e che vogliono comunicare delicatamente dei messaggi al primogenito, come quello di non aver paura, di non preoccuparsi.

Ad esempio Molly è in trepidante attesa. Non è troppo piccola per affrontare le novità che l’attendono, è contenta di avere una sorellina da coccolare e con la quale dividere i suoi giochi. Sa che i sentimenti di mamma e papà nei suoi confronti non cambieranno e anche se talvolta Edison personifica la gelosia nei confronti del nuovo arrivato, alla fine vincerà l’amore.

® Riproduzione riservata

34 anni, siciliana di origine ma romana di adozione. Psicologa dell’età evolutiva e psicoterapeuta, adoro viaggiare, ascoltare musica e perdermi nelle librerie a curiosare tra le copertine dei libri odoranti di nuovo, sperando un giorno di poterli leggere…

Rispondi