My Sweet Monster: Una storia d’amicizia e sull’importanza della Natura [Recensione]

Ultima modifica 19 Febbraio 2024

Abbiamo visto in anteprima il nuovo film Plaion Pictures, My Sweet Monster che uscirà al cinema dal 29 febbraio 2024.

Qui ritroviamo gli elementi basilari di una fiaba, una protagonista, un antagonista, degli aiutanti particolari e uno scopo finale, oltre che diversi elementi magici.

Il film è piacevole e in alcuni momenti anche molto divertente, accompagnato da alcuni intermezzi canori.

Nel cartone animato sono veramente tanti gli spunti di riflessione, dalla vita che il padre vorrebbe per la giovane principessa, all’amicizia che si instaura tra i protagonisti.

Per non parlare dell’arrivismo e della voglia di padroneggiare, prendendo delle scorciatoie del nostro antagonista postino reale.

Finendo, con l’importanza di Madre Natura che dona la vita a tutto.

Già perché è proprio da qui che voglio raccontarvi la storia di My Sweet Monster da quando Bogey porta Barbara, che sostiene di essere padrona di tutta la foresta essendo la principessa, in cima a una montagna…

Resasi conto della bellezza e della grandezza di Madre Natura non può che dire:

“Io sono solo un granello di sabbia!”

my sweet monster

My Sweet Monster racconta di una principessa, Barbara, che fugge dal castello in cerca del suo principe azzurro, Edward.

Viene però inseguita dal subdolo e ambizioso postino Joyce, un plauso per la scelta del nome in contrapposizione al personaggio.

Arrivano nella foresta che è il territorio di un terribile mostro, a detta del popolo, Bogey e del suo inseparabile amico, un simpatico coniglio parlante.

Ben presto, lo spettatore si renderà conto che Bogey non è un mostro, ma anzi, una creatura gentile e rispettosa che ha il compito di salvaguardare la natura.

Questo è il vero motivo per cui non fa entrare nessun umano nel bosco.

Barbara e lui, inizieranno un percorso insieme, di comprensione e accettazione, fino alla destinazione scelta: la città dove vive il principe Edward.

Infatti, la principessa è convinta che il principe con cui si scrive l’aiuterà a sconfiggere il crudele Joyce.

Il postino, ovviamente, non se ne sta con le mani in mano, avendo trovato una pozione magica che da vita alle cose inanimate.

Si fa costruire dal Re, tenuto prigioniero da questo, un esercito di robot che risponderanno solo a lui, Joyce il generale supremo, come si definirà lui stesso.

Inizia così la caccia a Barbara, Bogey e al loro amico….

Riusciranno a sconfiggere il crudele postino e Barbara troverà il suo vero amore?

Come dicevo, un vero omaggio alle fiabe con cui siamo cresciute che sapranno incantarvi e stupirvi nella narrazione.

my sweet monster

“Lasciali andare, oggi abbiamo avuto l’onore di far parte di una vera favola. E questo vale molto di più dei soldi”.

Questa è una frase che mi ha colpito molto, tra la sottile linea dello scrivere e la realtà.

Dalla prima scena in cui è apparso il personaggio di Edwardine, l’ho amata!

Capirete di cosa sto parlando guardando il film, non vorrei rovinarvi il piacere della storia.

Di lei, ho adorato tutto, dal modo in cui è stata rappresentata, da quello che dice, dal suo favoloso abito e soprattutto il suo palazzo in stile Liberty che mi hanno portato subito alla mente gli anni del Il Grande Gatsby.

Concludendo, è una favola piacevole dove i personaggi sono disegnati molto bene.

Storie antiche e modernità si fondo insieme portando un messaggio sulla bellezza della natura.

#SPAVENTOMETRO 0

Nessuna scena spaventosa.

Dati tecnici:
My Sweet Monster
di Viktor Glukhushin, Maxim Volkov
2021, Plaion Pictures
durata 1 h e 38 min
Animazione per famiglie

Al cinema dal 29 febbraio 2024!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

GLI ULTIMI ARTICOLI

More article