Per il benessere della mamma e del bambino: musicoterapia in gravidanza

0
453

Ultima modifica 7 Aprile 2015

Migliorare il rapporto con se stesse e con il proprio corpo, rilassare corpo e mente e comunicare con il bambino che sta crescendo nel grembo materno: sono questi alcuni dei vantaggi di un corso preparto di musicoterapia in gravidanza. Cresce infatti il numero di donne che sceglie di affiancare a un corso preparto tradizionale attività di tipo sonoro e musicali o vera e propria musicoterapia, consapevoli dei numerosi benefici che questa attività comporta. Ma quali sono questi benefici per la futura mamma e per il bambino che sta per nascere? Scopriamolo!

musicoterapia-in-gravidanza-700x365

Frequentare un corso di musicoterapia in gravidanza significa farsi guidare in una serie di esercizi di rilassamento e di respirazione ideali per combattere ansia e stress e ad allontanare i pensieri negativi; il tutto grazie al potere della musica. La futura mamma imparerà inoltre ad ascoltare il suo bambino e le reazioni che quest’ultimo avrà nell’ascoltare la musica stessa. Dalla ventisettesima / trentesima settimana di gravidanza infatti, il piccolo sviluppa il senso dell’udito, una novità che lo pone in relazione con il mondo esterno e lo rende capace di ascoltare la voce di mamma e di papà, rumori, suoni, musica e tutti gli stimoli presenti nell’ambiente prenatale.
La musica è infatti un eccellente mezzo di comunicazione tra mamma e bambino ma ha anche il potere di stimolare lo sviluppo del sistema nervoso del feto. La migliore musica resta però il suono della voce della mamma, una “coccola sonora” che crea un legame profondo ancor prima della nascita.
In un corso preparto si va così ad ascoltare passivamente le melodie, praticando anche attività di canto prenatale e di uso spontaneo della voce; i genitori vengono infatti incoraggiati a comunicare con il bambino con ogni forma di modulazione della voce, canto, nenie e filastrocche, anche non necessariamente cantate.
Protagoniste delle sedute di musicoterapia sono melodie lente e tranquille, capaci di rievocare momenti piacevoli e ricollegare l’esperienza ad uno stato di benessere. Durante un corso preparto focalizzato sulla musicoterapia non mancano gli esercizi per apprendere le tecniche di rilassamento, utili poi nel momento del travaglio e del parto per favorire il rilassamento dei muscoli e un totale controllo mentale.
Come già ricordato, il bambino sviluppa la facoltà dell’udito solo nell’ultimo trimestre; per questo motivo le attività di musicoterapia in gravidanza sono consigliate soprattutto negli ultimi tre mesi. Ciò non vieta la possibilità di seguire questi corsi anche nelle fasi precedenti della gravidanza: la musica infatti aiuta anche la futura mamma a rilassarsi e a controllare lo stress.
Cerchi un corso di musicoterapia in gravidanza? Visita Ok Corso Preparto, il motore di ricerca dedicato ai corsi preparto e postparto.

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

 

Rispondi