Pioggia

Ultima modifica 20 Aprile 2015

È arrivato uno strano autunno, non fa freddo, anzi, ma se non sono ancora necessari cappotti e giacche a vento, sono indispensabili impermeabili ed ombrelli perché pioggia e vento non danno tregua. Nello scorso fine settimana ha iniziato la Liguria a essere visitata dalla pioggia, una pioggia battente che ha dato origine all’allerta 2 ( la più grave) perchè avevano previsto vere e proprie bombe d’acqua, allagamenti, frane anche gravissime, mareggiate importanti ed esondazioni di fiumi.

Fortunatamente poco o nulla è accaduto. Hanno proceduto ad alcune evacuazioni di abitanti dalle case, già da tempo ritenute a rischio, ma solo in via precauzionale. E già c’era chi protestava contro questo allarmismo inopportuno.
Poi le piogge, in Liguria, hanno lasciato il posto ad uno splendido sole, ma si sono velocemente spostate verso altre regioni e qui è successo, sta succedendo, il caos.
Tutto quello che era previsto in Liguria è accaduto altrove.
Case distrutte, allagate, fiumi esondati che hanno distrutto coltivazioni, ucciso animali da allevamento, crollo di ponti che hanno causato morti, strade chiuse e difficoltà negli spostamenti. Anche  l’esondazione del Tevere a Roma dopo che questo è uscito dalle sponde ad Orte.

E tutto ciò a causa dell’ imponenza delle piogge e soprattutto del cronico dissesto ecologico del territorio italiano che, ad ogni cader di pioggia, figurarsi un diluvio, mostra le sue crepe e causa danni sempre più ingenti, disagi e quant’altro per non parlare delle morti. Ma nulla si fa per mettere in sicurezza il territorio, per riparare ai danni passati, in maniera da evitare il loro ripetersi.

Dicono che non ci sono soldi, ma si pensa ad esentare dall’imu le proprietà della Chiesa o degli enti no-profi e non solo, si spende una cifra esorbitante per mantenere le nostre missioni all’estero, che forse, sono utili a qualcuno, ma non sostenibili dalle nostre magre finanze, ma soprattutto non a danno delle nostre popolazioni.
È più importante agevolare la Chiesa ( che spende denaro anche per vivere fastosamente) o assicurarsi partecipazioni internazionali a danno e scapito degli abitanti del nostro paese?

Ma i soldi ci sono solo per quello che interessa coloro che hanno il potere.
Per quello che interessa la restante popolazione è di secondaria o nessuna importanza.

Nonna Lì

Rispondi