Polo Museale Atac: imperdibile visita per appassionati di treni

0
340

Roma riserva sempre continue sorprese e angoli meravigliosi e noi vogliamo consigliarvene uno: il Polo Museale Atac. Lo abbiamo scoperto l’estate scorsa, in uno di quei fantastici giorni di luglio a 40 gradi all’ombra!

Non imitateci, vi prego… eravamo tre mamme in preda al panico estivo, coraggiosissime, ancora ora mi chiedo come abbiamo resistito, però è stata una giornata meravigliosa. Andate adesso, con le belle giornate, perché l’esposizione permanente di locomotori e tram storici si trova in un giardino, attorniata da palme, piante mediterranee e siepi di lavanda.

Panoramica Polo Museale

Tra l’altro mio figlio continua a chiedermi quando ci torneremo dato che quando eravamo lì, in preda al caldo, feci una promessa e cioè che ci saremmo ritornati quando il tempo lo avrebbe permesso, quindi in autunno/primavera.

La premessa doverosa è che ho un appassionato di treni, tram, metropolitane, autobus in casa, quindi sarò molto di parte!

polo museale giardino

Però posso assicurarvi che questo angolo di storia è molto interessante da far visitare ai bambini.

Il Polo Museale Atac, inaugurato nel settembre 2004,  si trova esattamente alla Ferrovia Roma Lido, a lato della stazione della metropolitana B “Piramide”.

Molto facile da raggiungere, potreste appunto approfittare per far provare ai vostri figli la metropolitana.

Cosa è possibile visitare?

Rotabili esposti:

  • Elettromotrice 404-Servizio Tramviario Urbano STEFER, lo storico 404, il cosiddetto “Termini-Cinecittà” entrata nell’immaginario collettivo per essere stata presente in alcune scene del film “Roma Città aperta” di Rossellini.
  • Locomotore 05-ferrovia Roma-Lido di Ostia, danneggiato dalla guerra, fu il primo completamente ricostruito nel 1945 nelle Officine Aziendali di Magliana e rimesso in esercizio nel 1947.
  • Elettromotrice ECD21-Ferrovia Roma-Civita Castellana-Viterbo, al suo interno presenta caratteristici arredamenti in legno in buono stato. Sulla fiancata si nota la cassetta postale delle Regie Poste.
  • Locomotore 01-Ferrovia Roma-Fiuggi-Frosinone, il treno che effettuava il servizio  su uno dei percorsi più belli dal punto di vista paesaggistico fino alla Ciociaria.
  • Carri merci
  • Elettromotrice 70- Servizio Tramviario Extraurbano  STEFER, utilizzata per il servizio extraurbano della linea dei Castelli Romani.

Polo museale tram Salita

Infine potrete concludere la visita con l’Ex Biglietteria Estiva-Ferrovia Roma-Lido e il fantastico Plastico Ferroviario, donato al Museo dalla famiglia Urbinati.

Il Plastico degli anni ’50  è perfettamente funzionante ed è stato realizzato dall’ingegnere Alessandro Urbinati. Ed è qui che l’entusiasmo dei bambini (e non solo) tocca le stelle. Chi non vorrebbe trascorrere le ore a giocare lì seguendo ogni singolo movimento del trenino in tutto il suo tragitto?

polo museale bigliettaio

Orari di apertura al pubblico: dal lunedì al giovedì dalle ore 9:00 alle ore 16:00, il venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00. Ingresso gratuito.

La durata della visita è molto variabile: è possibile impiegare mezz’ora o due ore, dipende dal grado di passione e di coinvolgimento dei visitatori: mio figlio voleva che lo abbandonassi definitivamente lì!

Indirizzo: Via Bartolomeo Bossi, 7, telefono: 06-46958207, indirizzo mail: polo.museale@atac.roma.it

34 anni, siciliana di origine ma romana di adozione. Psicologa dell’età evolutiva e psicoterapeuta, adoro viaggiare, ascoltare musica e perdermi nelle librerie a curiosare tra le copertine dei libri odoranti di nuovo, sperando un giorno di poterli leggere…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here