Pro e contro del corso preparto di coppia

0
637

Ultima modifica 10 Novembre 2015

Il primogenito: nasce un bambino ma allo stesso tempo nascono anche una nuova mamma e un nuovo papà. Diventare genitori significa imparare a gestire e proteggere la vita da poco generata. Ecco perché un corso preparto in coppia viene spesso suggerito e consigliato in modo particolare alle donne alla prima gravidanza e ai loro compagni; più in generale, tali corsi sono adatti a tutte le coppie in attesa perché in grado di migliorare l’intesa e rendere il papà più partecipe durante tutto il periodo della gravidanza.

Pregnant Couple

Il parto è da sempre considerato come uno degli eventi più importanti nella vita di una donna, ma anche di un uomo; ma quali sono i pro e i contro del frequentare un corso preparto di coppia? Per prima cosa, uno dei grandi vantaggi è rappresentato dalla possibilità per il futuro papà di essere pienamente coinvolto durante il parto e di comprendere e supportare la propria compagna durante tutta la gravidanza, il travaglio ed infine il parto.

La struttura di un corso preparto di coppia prevede spesso una parte di teoria in cui l’uomo viene istruito su argomenti come la fisiologia della gravidanza e l’anatomia della donna e una parte più pratica, nella quale si imparano esercizi e tecniche utili per supportare la donna durante il travaglio e il parto. L’utilità di un corso preparto di coppia si dimostra quindi nella sua capacità di aumentare la sintonia con il partner, nel maggiore coinvolgimento e nell’accresciuta consapevolezza che si esprimono in ogni fase della gravidanza e del parto.

Frequentare un corso preparto di coppia comporta però un alto livello di sincronizzazione degli impegni e degli orari di lavoro; ecco l’altro lato della medaglia, che talvolta rende difficile la frequenza a tali corsi in coppia. Ciò è particolarmente vero per chi ha già altri figli, con altrettanti orari e impegni da gestire.

Si è parlato finora dei benefici riscontrati nell’uomo. In realtà, frequentare un corso preparto di coppia è molto utile anche per la donna, che si sentirà più capita e supportata e che imparerà a comunicare meglio con il patner. E’ importante inoltre evitare un errore piuttosto comune da parte della donna: minimizzare il ruolo del padre nelle fasi iniziali di vita del bambino. Entrambi i genitori devono invece sentirsi liberi di esprimere dubbi e paure in una forma di dialogo trasparente e sincera. Dialogo in primo luogo tra i partner, ma anche con la ginecologa o l’ostetrica che gestisce il corso preparto; tali figure professionali saranno certamente in grado di rasserenare la coppia, fornendo tutte le indicazioni utili alla gestione del bambino e al mantenimento di una vita di coppia soddisfacente e serena.

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Rispondi