Proviamo a fare i cake pops?

0
1842
cake-pops

Ultima modifica 10 Maggio 2016

E’ facilissimo e molto intuitivo! Scommettiamo che non serve prendere appunti?

Elenco ingredienti per le facilmente disorientabili: torta (vedere primo punto); glassa (vedere terzo punto); tavolette di cioccolato; canditi, caramelline e tutto quello che vi viene in mente per la decorazione (sempre meglio se commestibile per evitare l’effetto pronto soccorso immediato!).

cake-pops

In più: un pezzo di polistirolo o un marito paziente e stecchini per lecca-lecca (li trovate nei negozi specializzati, tanto i mariti quanto gli stecchini ma non fidatevi di quelli a poco prezzo, si scassano subito!).

Procedimento:

1. Preparate una torta semplicissima, come la torta paradiso o il pan di spagna. Scusate ma ho detto preparate? Intendevo anche comprate, fate fare alla zia zitella o prendetela per strada. Per le prime della classe comunque consiglio il red velvet che vi farà fare un effetto “fuochi d’artificio”.

2. Avete letto la ricetta e già fatto la torta? Wow! Che rapidità! Ora sbriciolatela a mano in mille minuscoli pezzi. Avete capito benissimo: un bel lavoro manuale che porta grandi soddisfazioni! Sfogatevi dai! Potrei definirla quasi quasi una ricetta terapeutica…

3. Spaccato tutto? Vi sentite meglio? Primo ottimo risultato ottenuto. Adesso però andiamo avanti con la preparazione. Mescolate le briciole con la glassa fino ad ottenere la famosa consistenza umidiccia e morbidosa alla “pasta di sale” oppure “pongo” che tutte voi con figli in età prescolare conoscete bene.

4. Modellate delle palline di medie dimensioni e passatele in frigorifero un paio d’ore in modo che siano ben solide, fresche ma non congelate.

5. Fate fondere il cioccolato (bagnomaria per le integraliste con grembiulino bello come il mio, microonde per le emancipate donne in carriera. Fate come volete io non discrimino nessuno!)

6. Prendete i Cake Pops dal frigo e se volete modellarli in modo diverso e dare sfogo alla vostra creatività questo è il momento giusto. Della serie “ora o mai più!” (Volete un suggerimento per un addio al nubilato? Liberate la fantasia e fate una sorpresa alla futura sposa!)

7. Infilate le palline sugli stecchini appositi, immergeteli nel cioccolato fuso con un movimento dolce ma deciso (funziona come con i figli, quindi siete ben navigate) fate colare l’eccesso e poi potete decorare con codette, granella, confettini e tutto quello che la vostra creatività vi suggerisce. Qui la fantasia repressa può finalmente prendere una boccata d’aria fresca!

8. Se volete potete chiedere al marito di fare il vostro sostegno umano, tenendo in mano (e non solo, ricordiamoci che è dotato anche di due bei piedoni) i cake pops ultimati. In alternativa potete mangiarli tutti mentre li fate oppure, in ultima analisi, vi pigliate un pezzo di polistirolo e ce li infilate distanziati con un po’ di buon senso, in modo che non si attacchino uno all’altro. Esatto, ho detto proprio po-li-sti-ro-lo, tipo quello che conteneva la televisione nuova che vostro marito con amore ha montato domenica pomeriggio tra mille imprecazioni e che ovviamente avete buttato via ieri.

9. Lasciate riposare un quarto d’ora prima di servire (o mangiarveli, vedete voi).

Nella versione velocissima Marshmallow Pops, ricordate solo di comprare al supermercato queste caramellone a stelle e strisce, infilarle nello stecchino e glassarle con cioccolato e confetti di vario tipo. L’opzione marito-sostegno-umano comunque è sempre valida.

Fonte: la foto è presa dal sito Bakerella

Sara Uliana

Rispondi