Ride Sharing. Ecco un nuovo modo di viaggiare

0
389

Ultima modifica 10 Novembre 2015

ridesharing

E’ quadruplicato rispetto all’anno scorso il numero dei passaggi offerti per le Feste: lo dimostrano i dati raccolti da una nota community leader in Italia e in Europa per il ride sharing. Nella Penisola sono stati offerti fino all’Epifania 250.000 passaggi per 20 milioni di km (+300% rispetto ai 60mila del 2012).

Un modo semplice per evitare le tariffe stellari e l’affollamento dei mezzi di trasporto tradizionali, preferendo viaggiare in auto in compagnia. Il risparmio consentito dal ride sharing rispetto al costo di aerei e treni raggiunge infatti circa il 75%, specialmente per gli spostamenti lastminute. Condividere i posti liberi nella propria auto rappresenta un notevole vantaggio anche per i conducenti che possono risparmiare circa 3 milioni di euro su carburante e pedaggi autostradali.

Venerdì 20 e lunedì 23 dicembre sono state le giornate più calde, in cui si sono concentrate le partenze della maggioranza dei vacanzieri. Tra le tratte più gettonate dagli italiani la Milano-Roma, la Roma-Bari e la Milano-Venezia. E oggi molti useranno il ride sharing per il viaggio di rientro.

C’è crisi? Gli italiani si adattano. Invece di rinunciare alle vacanze per mancanza di disponibilità economica e invece di lamentarsi dei costi proibitivi di treni e aerei, provano un nuovo modo di viaggiare condividendo le spese” – ha dichiarato Olivier Bremer, country manager della community – “Riscoprono così la socialità, un valore tradizionalmente molto radicato nella cultura italiana: ci si conosce, si parla del più e del meno, il viaggio passa molto più in fretta e magari nasce anche qualche amicizia.”

Che bello il viaggio in compagnia. Possiamo farlo anche in città, tutti i giorni.

Paola Lovera

Rispondi