Selvaggio come te. Una festa molto speciale diventa l’occasione per farsi nuovi strani amici

Ultima modifica 29 Marzo 2020

Selvaggio come te è un libro molto divertente.
Lea, la protagonista, è stata invitata ad una festa molto speciale.

La regola vuole che tutti gli invitati debbano presentarsi travestiti da animali.

Dopo una lunga ricerca, Lea decide di vestirsi da orso.
Arrivata alla festa ritrova tutti suoi amici con i loro fantastici costumi.
Ma ecco che, all’improvviso, dal bosco arrivano degli strani bambini.
Sono un bel po’ monelli! C’è chi butta le sedie per terra, chi fa la pipì sui fiori, chi ruba le caramelle, chi rompe ogni cosa.
Insomma sembra proprio impossibile andare d’accordo con loro! E così vengono scansati e sgridati dagli altri.

Selvaggio come te

Però Lea ha un’idea.

Decide di dare una possibilità ai nuovi arrivati e propone l’intramontabile gioco del “gatto e topo”. Bisogna correre e acchiapparsi. È un gioco che riesce ad unire tutti. La festa diventa bellissima fino al momento di salutarsi.
Ogni bambino torna a casa sua… oppure sarebbe meglio dire nella propria tana?!
Chi saranno questi bambini così strani che nessuno ha mai visto prima?

Ho letto Selvaggio come te con tutti e tre i miei figli.

Si sono divertiti ad ascoltare il racconto delle scorribande dei bimbi “monelli”.
Eh già, anche loro a volte faticano a rispettare le regole.
Soprattutto quando si vogliono divertire!
I bambini che arrivano dal bosco, in realtà sono animali travestiti da bambini.
Il libro ci fa riflettere sul rapporto che si può creare tra bambini e animali. Così semplice da costruire.

Selvaggio come te
Naturalmente i bambini hanno voglia di stare insieme.

Tendono ad accettare più facilmente chiunque.
Alle volte il comportamento degli altri, se capito, può trasformarsi in una risorsa.
Gli animali che vengono dal bosco, ci fanno pensare a chi può apparire diverso dagli altri.
A chi ha un modo di comportarsi, che può costituire un problema. E sono proprio i bambini ad andargli contro. Ma poi ecco che arriva l’intuizione.

C’è qualcosa in grado di unire tutti.

La voglia di giocare, di divertirsi e di stare insieme.
E a questo punto, più siamo e meglio è!
Questa è la giusta strada per includere tutti.
Per allargare il gruppo e andare oltre le apparenze.
Il libro ci parla degli animali, certo.
E della possibilità di costruire fratellanza e amicizia con loro.
Ma gli animali sono diversi da noi. E quindi secondo me è possibile generalizzare la riflessione anche ai rapporti umani.
Un atteggiamento aperto favorisce la costruzione dei rapporti. Anche con chi ha delle caratteristiche e peculiarità diverse dalle nostre.
Una riflessione profonda per noi. Ma comprensibile nel suo messaggio anche dai bambini. Mia figli di 4 anni mi dice: “Si può giocare con tutti! Basta trovare il gioco giusto!”.
L’ultima immagine in cui bambini e animali convivono insieme nello stesso fantastico bosco è veramente bellissima.
Da non perdere!

Selvaggio come te

Selvaggio come te – dettagli tecnici.

AUTORI: Gauthier David, Claire de Gastold
EDITORE: Terre di Mezzo
PAGINE: 40
PREZZO: 15 euro

Consigliato dai 3 anni in su.

Soprattutto in questo periodo ricordiamoci di aiutare le piccole librerie, scegliendo tra chi effettua il servizio a domicilio come abbiamo fatto noi!

Rispondi