Pronte per sistemare il giardino?

Ultima modifica 23 Marzo 2021

Adoro questo periodo dell’anno!
Ogni mattina esco di casa e vedo una calla fiorita, un tappeto di tulipani colorati e la mia rosa che sta per dare vita a nuovi profumatissimi fiori.
Per non parlare delle magnolie che fioriscono in questa stagione: i fiori sopravvivono solo per pochi giorni per poi lasciare spazio alle foglie, ma io ogni anno mi sorprendo di fronte a questo spettacolo della natura.

E voi, siete già pronti per la remise en forme del vostro giardino?

Premesso che se avete un consorzio agrario vicino, vi consiglio di acquistare lì i vostri prodotti, anziché nei garden dove troverete oggetti dal design accattivante ma spesso meno efficaci e utili, vi ricordo che le basi per la riuscita del vostro giardino sono un buon terriccio drenante e la scelta delle piante giuste al posto giusto.

Spesso, con l’arrivo dell’estate si confondono i concetti di resistenza al caldo e sopportazione della siccità delle nostre piante, che non sono la stessa cosa.

Una pianta che sopporta anche quaranta gradi all’ombra non è detto che resista a lungo senz’acqua. Vediamo insieme allora quali piante resistono meglio alla sete, in previsione delle vacanze durante le quali, magari, non tutti hanno la possibilità di delegare la cura del giardino durante la nostra assenza.

Come scegliere le piante per il giardino

La varietà di scelta degli arbusti è molto ampia ma, parlando dei più conosciuti e colorati, possiamo partire dagli hybiscus, che sopravvivono con il minimo indispensabile di acqua ed è sufficiente irrigarli ogni quindici giorni.
La lantana camara dai piccoli fiori colorati ha invece bisogno di molta acqua ed è un arbusto che si sviluppa molto in fretta e in modo quasi infestante quindi, se decidete di piantarla, fatelo in una zona dove abbia sufficiente spazio per crescere. Il convolvulus cneorum al contrario, non ha bisogno di acqua e dà vita a una tempesta di fiori bianchi nel vostro giardino.

Se invece avete delle pareti dove far arrampicare le vostre piante, potete pensare a dei rampicanti che solitamente fioriscono in estate, come la bouganvillea, che ha bisogno di parecchia acqua per sopravvivere.

La bignonia, invece, ha bisogno che vi ricordiate di lei soltanto una volta la settimana, così come la profumata lonicera japonica che potete trovare nelle varianti del rosa, rosso, giallo e bianco. Il fiore della passione, pasiflora caeruela, non necessita acqua.

Se nel vostro giardino avete posto anche per degli alberi, potete pensare a una lagerstroemia indica, che fiorisce e mantiene la fioritura a lungo durante l’estate e non ha bisogno di molta acqua; così come l’albizia julibrissin, fiorita per i tre mesi estivi, che ha bisogno di acqua ogni quindici giorni.

Le piante estive per eccellenza sono la petunia, dai mille colori e che richiede frequentemente acqua, e la verbena che ne richiede meno della petunia, ma non vuole comunque essere dimenticata in un angolo a morire di sete.

Per le zone in pieno sole invece, consiglio delle aromatiche ornamentali, come il rosmarino strisciante o la lavanda ma attenti alle api, che potrebbero bivaccare in mezzo ai colorati fiori di quest’ultima durante tutta l’estate.

Se invece volete piantare qualcosa in tema con la crisi economica che ci colpisce in questo periodo, che ne dite di una bella fioriera di miseria?
Cresce spontanea e abbondante ed è spesso infestante… parola di Monti!

Rispondi