Sono incinta e ho la nausea

1
555
nauseagravidanza

Ultima modifica 27 Gennaio 2016

La nausea durante la gravidanza (detta anche emesi gravidica) è un problema che interessa circa l’85% delle gravidanze.

gravidanza_primotrimestre_nausea_1.jpg

La causa scatenante è ancora oggi sconosciuta ma, dopo numerose ricerche, si sono avanzate alcune ipotesi.

Innanzitutto si pensa che giochi un ruolo fondamentale la componente psicologica: spesso infatti il disturbo è presente nelle prime gravidanze o in quelle inaspettate che la donna non sa come gestire; in molti casi, se aiutata o allontanata dalla fonte di stress, i sintomi passano, per ricomparire quando il problema iniziale si ripresenta.

Un’altra ipotesi chiama in causa le modificazioni a livello gastrico: la riduzione della secrezione, del tono e della motilità dello stomaco che si verificano fisiologicamente durante la gravidanza, possono non essere ben tollerati dalla donna, causando quindi episodi di nausea e vomito.

Da recenti studi effettuati presso l’Università di Toronto, è emerso inoltre che l’emesi gravidica possa servire a proteggere il feto durante i primi mesi di gestazione da malformazioni e intossicazioni, oltre a ridurre il rischio di aborto spontaneo. Questo meccanismo naturale infatti rende sgradevoli alla donna sostanze nocive e dannose, soprattutto per lo sviluppo del sistema nervoso, come alcool, fumo e caffè, oltre ad alcuni cibi come carne, uova, pollame e pesce che possono contenere batteri che il sistema immunitario non riesce a debellare.

Non avendo però ancora trovato la causa certa, bisogna fare molta attenzione perché il rischio che si corre è quello di non bere e mangiare a sufficienza, arrivando a problemi di disidratazione e carenza nutrizionale e vitaminica.

Per alleviare un po’ il fastidio che questo disturbo porta con sé, si possono mettere in atto alcuni piccoli trucchetti:

  • La nausea è solitamente più forte al mattino: è preferibile tenere vicino al letto cibi secchi (biscotti, fette biscottate) da mangiare prima di alzarsi;
  • Anche la sera è meglio mangiare cose asciutte come pasta e pane, cercando di coricarsi non prima di due ore dal pasto;
  • Mangiare poco e spesso durante il giorno: i piccoli pasti sono facilmente digeribili;
  • Bere molto (acqua, tisane, bevande zuccherate)
  • Bere infusi di menta, ginger o zenzero (o mangiare cibi che li contengono) che possono diminuire il senso di nausea

Elena Ferrari

1 COMMENT

  1. Cara Elena… Io ho vissuto mesi di inferno per tutti e due i miei figli. Ho persino provato una cura Inglese non riconosciuta in Italia….
    Purtroppo le nausee passano da sole e all’improvviso. Peró quanto son brutte…….

Rispondi