Tenete i bambini all’aria aperta, anche d’inverno!

0
798

Devo ammettere di avere un rapporto incostante con Facebook e soprattutto con alcuni dei suoi contenuti. E più nello specifico con le notizie spot. Articoli da fonti varie con notizie e chiarimenti su questioni di vario tipo.

L’ultimo da una incredibile notizia che mai avrei pensato.
Bambini all’aria aperta quando fa freddo?

Il miglior modo per non farli ammalare.bambini-freddo

Pensate un po’. L’articolo dice che tenere i bambini all’aria aperta anche se d’inverno,  fa bene, perché in realtà sono gli ambienti chiusi dove ci sono maggior pericoli di infezioni. Dai?

E prosegue dicendo che basta coprirli adeguatamente con sciarpa e cappello e magari anche i guanti quando fa davvero freddo. Ma che davvero? I guanti??

E soprattutto una grande perla. A cui devo dire la verità alcuni genitori ansiolitici e nemici del freddo faticano a concepire.

Fare sport fa bene, anche se fuori fa freddo.

Anzi abituare il bambini e il loro corpo alle temperature più basse rende il fisico capace di irrobustirsi e resistere meglio alle tipiche malattie invernali quali bronchite, raffreddori e mal di gola.

Forse ironia a parte l’articolo serve a quelle mamme che se appena tira un po’ di vento o pensa un po’ nevica chiudono in casa i bambini come se fuori ci fosse la peste.
Senza tralasciare l’aspetto più importante ovvero il divertimento, non ho mai capito perché non usano, se non costretti, i completini meravigliosi sciarpa-guanti-capello appunto che, lo dicono anche gli esperti, fanno miracoli.

E li costringono in casa dimenticando quanto sia bello allargare le braccia e farsi spingere da un vento forte o fare l’angelo della neve lasciandosi cadere sopra il manto morbido.

Sarò io la strana e così infatti mi guardavano tutti quando un pomeriggio di questa estate appena passata faceva caldo ma era sceso un bel temporale, di quelli belli forti che ti inzuppi in un secondo. Eravamo in cortile sotto casa in giardino. Io il nano e la sua amichetta del cuore. All’improvviso il temporale.
Tutti corrono a ripararsi. Noi tre pazzerelli siam rimasti li. A farci inzuppare.

A correre e saltare nelle pozzanghere.

A un certo punto mi sono riparata sotto un balcone ma solo per riprendere i bimbi che giocavano e ridevano come matti. Vi assicuro che è stato bellissimo. Un video che quasi mi commuove per come la natura e i bambini insieme si siano abbracciati liberamente.

Poi siamo saliti in casa e ci siamo asciugati per bene.
Nessuno si è ammalato pensate un po’.
Ma quel pomeriggio di acqua e risate non ce lo dimenticheremo mai.

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

Rispondi