Torna Carosello…e dopo si va a letto!

0
500

Ultima modifica 6 Maggio 2013

“a letto dopo Carosello”. Quelli della mia generazione si ricorderanno sicuramente di questa frase che annunciava ai bambini l’ora di andare a dormire.
Carosello era una striscia serale che durava solo dieci minuti, dalle 20:50 alle 21.00, con una serie di pubblicità, sketch comici e musicali. La particolarità erano l’apertura del sipario e gli stacchi della fanfara tra una clip e l’altra.
Per reclamizzare i vari prodotti furono realizzati personaggi noti e usati ancora oggi, come Carmensita e Caballero per Lavazza, l’ippopotamo Pippo della Lines, Salomone pirata Pacioccone per Fabbri, Susanna e la Gatta Gea per Invernizzi, Topo Gigio per Pavesini, Toto dei Caroselli Motta, Angelino del detersivo Supertrim, Riccardone e Svanitella Svanitè per cera Liù, l’elefante Billo e il bambino Tappo per l’acqua minerale Crodo, Olivella sposina novella e  Maria Rosa per l’olio Bertolli.
Ma nel giorno di Capodanno del 1977 andò in onda l’ultima puntata di Carosello, perchè definito da alcuni “diseducativo” (invece i bombardamenti pubblicitari di oggi non lo sono, no?) e troppo dispendioso.

Ma stasera, 6 maggio, alle 21.10, trentasei anni dopo l’ultima puntata della trasmissione originaria, torna Carosello…Reloaded!
E tornano anche i personaggi come Jo Condor per Ferrero, assieme al cane a sei zampe di Eni, e agli spot di Wind e Conad.

Piccoli spot da 70 secondi, per una durata totale di 3 minuti e mezzo al giorno, fino a luglio, con la storica sigla del 1957, firmata da Raffaele Gervasio e rivisitata dall’arrangiatore Fabio Gurian.
Carosello Reloaded sarà trasmesso anche via web, radio, e in 510 sale cinematografiche, godendo di una app interattiva per smartphone e tablet, con l’intento di rilanciare la pubblicità come forma d’arte.

E allora da stasera anche noi mamme potremo dire: “a letto dopo Carosello”!

Rachele Masi

Rispondi