Uno Sherlock a quattro zampe

0
563

Ultima modifica 11 Novembre 2015

Questa è una delle notizie più simpatiche che ho letto negli ultimi tempi.

cane klm

In realtà abbiamo letto di tutto sulle capacità dei cani e del loro utilizzo per aiutare noi umani nella vita di tutti i giorni.

Dai cani impegnati nella Pet Terapy, ai cani da supporto per i diversamente abili, fino ai cani impegnati nella ricerca delle persone scomparse o per rintracciare i superstiti dei terremoti o valanghe o impegnati in compiti più “easy”, di lavori per i nostri amici a 4 zampe ne abbiamo inventati veramente di ogni tipo, ma non avevo mai saputo di un cane “addetto agli oggetti smarriti”….o meglio alla ricerca degli umani distratti che lasciano gli oggetti di loro proprietà sugli aerei.

L’idea è venuta alla  KLM, compagnia aerea di bandiera dei Paesi Bassi, che  ha assunto come nuovo “impiegato” di stanza all’aeroporto Schiphol di Amsterdam, un cane. Si chiama ovviamente Sherlock, un nome… una garanzia! Un beagle, cane dotato di un fiuto infallibile e la giusta caparbietà che gli consente di ritrovare  i legittimi proprietari degli oggetti ritrovati a bordo degli aerei della compagnia aerea olandese. “Forza, resistenza e socialità” sono i punti cardine del suo addestramento.

E un fiuto infallibile visto che, per rintracciare il proprietario di ogni oggetto smarrito, il cane deve rastrellare tutto l’aeroporto a tempo di record.

Il beagle non è solo nella ricerca del suo obiettivo, ma è il paladino del nuovo team “lost and found” che KLM ha deciso di creare in risposta alle innumerevoli richieste dei passeggeri distratti che dimenticano veramente di tutto: IPhone, chiavi, portafogli, perfino i peluche dei figli.

Ovviamente, dove non arriva Sherlock arrivano le liste passeggeri che forniscono nome e cognome dei distratti tramite i numeri di posto a sedere ma, per una restituzione in “tempo reale”, il ruolo di Sherlock è fondamentale.

È spettacolare vedere questo cagnolino in azione fra gli sguardi attoniti delle persone che affollano l’aeroporto e fantastiche le espressioni di coloro che si vedono recapitare l’oggetto smarrito da questo “steward a quattro zampe”.

Stupore, divertimento e riconoscenza sono la gamma delle emozioni che vediamo sui loro volti, nessuno lesina coccole e carezze a questo provvidenziale aiutante.

Una pensata veramente geniale a giudicare dalle migliaia di visualizzazioni che il video sta avendo su YouTube dalla sua uscita; una trovata pubblicitaria fantastica per la compagnia aerea, perché di questo alla fine si tratta.

Il video vuole trasmettere in maniera emozionale e coinvolgente a tutti i clienti che l’efficienza del servizio Lost&Found è a prova di bomba.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Certo che per noi Italiani, che siamo così abituati a dare per perso qualsiasi cosa che dimentichiamo, sarebbe un servizio decisamente utile visto che sembra che siamo un popolo di distratti.

Invece di ritirare bagagli saccheggiati da chi dovrebbe prendersene cura , ritrovare l’oggetto smarrito proprio tramite la compagnia aerea o l’aeroporto stesso magari, sarebbe veramente una grossa sorpresa. Magari un servizio del genere potrebbe servire a ritrovare un pochino di quella fiducia, ormai smarrita, nei confronti nostra compagnia di bandiera tanto bistrattata negli ultimi anni attraverso la simpatia dell’animale più simpatico e versatile del mondo, il cane.

Elisabetta Dal Piaz

Rispondi